Spacca rassicura Urbino: “Niente Ersu regionale”

di 

3 ottobre 2011

Le rassicurazioni del presidente Spacca

 

Urbino 1

Urbino

URBINO – Oggi, nella sede della Regione Marche si è tenuto l’incontro fra il Presidente Gian Mario Spacca, il sindaco di Urbino Franco Corbucci e il Rettore dell’Università di Urbino Stefano Pivato, per parlare della questione Ersu – Università. Il governatore ha spiegato che dopo il dibattito di questi mesi, si fa strada l’idea di mantenere le funzioni del Diritto allo Studio legate ai territori, valorizzando il ruolo delle istituzioni locali. Il sindaco è il rettore hanno considerato positiva l’esclusione di una ipotesi di centralizzazione e di creazione di un Ersu unico regionale. «L’esito della riunione con il presidente Spacca è positivo», dice il sindaco Franco Corbucci. «Sembra infatti che una futura riforma degli Ersu punti a un rafforzamento del legame con i territori dove l’Ente opera, mantenendo l’autonomia e rafforzando il rapporto con le istituzioni. Ovviamente, questa impostazione dovrà trovare una concretizzazione a livello di Giunta e di Consiglio regionale».

Durante l’incontro Il sindaco di Urbino ha anche parlato con il governatore Spacca del possibile alleggerimento dei vincoli del Patto di Stabilità per i Comuni, grazie a un intervento della Regione, come previsto dalla legge, che metterebbe a disposizione propri fondi con il meccanismo del cosiddetto “Patto di Stabilità Verticale”. «Come Comune -dice Corbucci- ho fatto questa richiesta, in modo che la Regione possa supportarci, in relazione al fatto che Urbino è stata candidata come Capitale della Cultura Europea 2019. Tale candidatura, per essere sviluppata nel modo opportuno ha bisogno di investimenti e progetti. L’intervento regionale, allentando i limiti del Patto di Stabilità, ci consentirebbe una migliore programmazione culturale a sostegno di una candidatura così importante, sulla quale c’è un’accesa competizione fra diverse città italiane».

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>