Daniel Hackett e Massimo Barbolini oggi aprono Overtime

di 

5 ottobre 2011

Logo Overtime FestivalPESARO – Ci siamo quasi. Ancora qualche ora e Pesaro diverrà la capitale sportiva dello sport narrato. Merito di Overtime, il festival del racconto sportivo organizzato da oggi a domenica dall’associazione culturale Pindaro di Michele Spagnuolo in collaborazione con Comune e Provincia, Cna, Camera di Commercio e Coni.

 

SI PARTE COL BOTTO

Da oggi a domenica compresi, a Pesaro si alterneranno personaggi dello sport di ieri e di oggi, prestigiose firme del giornalismo, artisti che hanno legato le loro opere alla pratica sportiva. Qualche nome? Beh, innanzitutto ci sarà il ct della nazionale femminile di volley Massimo Barbolini, che alle 16 ha partecipato alla presentazione del libro “Le ragazze delle pallavolo” assieme all’autore Franco Santoro alla biblioteca San Giovanni. Si tratta di un romanzo che racconta, con realismo, la storia delle ragazze che scelgono lo sport professionistico. Una vita difficile la loro, fatta di vittorie ma anche ricca di sacrifici e incognite.

Alle 19, poi, a palazzo Gradari sarà il turno di Bottecchia, il romanzo a fumetti di Giacomo Revelli che narra la storia poco conosciuta del grande Ottavio, primo ciclista italiano a vincere il Tour de France – nel 1924 – in un’epoca in cui si correvano tappe di 400 chilometri su strade non asfaltate e senza alcuna assistenza. Modererà l’incontro, organizzato grazie al contributo di Bianchi Marmi, il noto giornalista radiofonico Emanuele Dotto.

Alle 21, poi, la giornalista pesarese Elisabetta Ferri presenterà nella sala del consiglio provinciale “Daniel Hackett dal campetto al sogno NBA”, la storia di un grande atleta ragazzo che ha saputo sfruttare il suo talento con disciplina e tanta voglia di farcela. Sarà presente lo stesso giocatore di basket della Scavolini Siviglia Hackett, alla vigilia dell’inizio del campionato di basket, oltre a Christina Taurino, la capitana della nazionale di basket femminile non udenti di ritorno dai Mondiali di Palermo.

 

LO SPORT DA BERE

Grazie alla felice intuizione della Pindaro e di Michele Spagnuolo in primis, Overtime presenta anche la rassegna Calici di Sport che coinvolgerà ben 20 locali del centro storico pesarese. Da domani a domenica bar, enoteche, ristoranti “adotteranno” ognuno una nazione del mondo e presenteranno alla clientela menù, degustazioni e aperitivi tipici di quella nazione. Specialità francesi verranno preparate da Opera Buffa e Harnold’s, aperitivi americani da casetta Vaccaj, prelibatezze argentine dall’osteria Skiantina. Kentaro non potrà che dedicarsi al Giappone, Toccata e fuga proporrà pietanze austriache, il Barrier allieterà la sua clientela con vodke russe, il Vinvito con le celeberrime birre irlandesi. La Taverna Zongo dedicherà un piatto al mitico “Italia-Germania 4-3”, il Circolo Mengaroni approfondirà il suo amore per l’Inghilterra, Dolce Vita per la birra tedesca. Aderiranno all’iniziativa anche Caprice, Caffè Nero, Zanzibar, Caffè Ducale, Caffè de Paris, 075 e “108 love, Music & food “, locale in cui venerdì alle 19.30 si esibirà al piano Mario Mariani.

Momenti planetari che rientrano nella volontà di abbattere le barriere azzerando il significato della parola “razzismo”. E in questo lo sport, pur tra mille difficoltà, sta facendo passi da gigante.

Ulteriori informazioni sulla manifestazione Overtime, primo festival nazionale del racconto e dell’etica sportiva, disponibili su www.overtimefestival.it, dove sarà possibile scaricare il programma completo diviso per aree tematiche ed eventi.

e.lu.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>