Piante di “maria” alte due metri: arrestato

di 

5 ottobre 2011

Carabinieri piante maria

Le piante sequestrate dai carabinieri

TAVULLIA – Un coltivatore… stupefacente. I carabinieri della stazione di Tavullia stanotte hanno arrestato un 51enne del luogo perché sorpreso a coltivare una piccola piantagione di marjiuana in una zona agricola non molto lontano dal centro tavulliese. I militari si erano accorti già da qualche giorno della presenza in un appezzamento abbandonato di quattro vasi con delle piante già cresciute di “erba”. Pertanto dopo numerosi servizi di osservazione, l’uomo – celibe, senza lavoro né precedenti con la giustizia – è stato beccato con una tanica di acqua in mano che sarebbe servita per portare a completa maturazione le piante.

I fusti alti più di 2 metri avrebbero fruttato dosi di “maria” per oltre 20mila euro sul mercato. Adesso il 51 enne si trova in carcere a Villa Fastiggi, in attesa del processo per direttissima.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>