Sabatini attende Kobe, Parker all’Asvel, Kirilenko col mitra

di 

5 ottobre 2011

di Luciano Murgia

Claudio Sabatini

Sabatini risponde ai cronisti sulla questione Kobe Bryant

PESARO – Dopo la rottura delle trattative tra giocatori e proprietari e la continuazione della serrata Nba, la Bologna virtussina spera. A dare spessore alle speranze, l’ultima dichiarazione di Claudio Sabatini, intervistato dall’emittente televisiva E-TV: “ Questa notte abbiamo avuto uno scambio di documentazione con l’agenzia di Kobe Bryant. Stiamo lavorando perché arrivi all’inizio della prossima settimana. Ritengo che ci possano essere le condizioni entro stasera per arrivare a una risposta. Speriamo che il progetto si attui in tempi brevissimi per averlo in campo già mercoledì prossimo”, quando in verità non è in programma alcuna partita. Forse, Claudio Sabatini si riferiva a un allenamento, oppure c’è già un accordo con Legabasket e altre società per anticipare le partite della Virtus Canadian Solar. Nell’ambiente si mormora che se non arriverà Kobe, la Virtus firmerà Marco Belinelli, libero in questo momento perché New Orleans non ha potuto estendere il contratto, che pue si era lasciato male con le Vu nere quando – al fallimento della sua società – era passato alla Fortitudo. In ogni caso, è tutta un’altra cosa.

Una cosa è certa, la notizia della notte scorsa, che noi abbiamo subito riportato con le dichiarazioni di Fisher e Hunter, dell’associazione giocatori Nba, ha scatenato una reazione a catena. Se alcune stelle Nba avevano firmato già, altre lo stanno facendo in queste ore.

Intanto, Tony Parker, playmaker dei San Antonio Spurs e della nazionale francese, ha annunciato a TeleMontecarlo di avere firmato per la “sua” squadra, l’Asvel Villeurbanne, dopo avere respinto – scrive il quotidiano spagnolo Marca – offerte pervenutegli da Barcellona e dalla Cina. Tony guadagnerà 1.500 euro al mese, più o meno quanto ne guadagna al minuto negli Usa e pagherà di tasca sua l’assicurazione In questo contesto, non sembra più solo un’ipotesi giornalistica la possibilità che almeno uno dei fratelli Gasol, segnatamente Pau, possa firmare per il F.C.Barcelona, squadra del cuore in cui sono cresciuti. Da martedì, Pau e Marc si stanno allenando con i blaugrana. Il primo a presentarsi sul parquet è stato Marc, pivot di Memphis. “Per me è sempre un fatto speciale entrare al Palau Blaugrana”, ha dichiarato il pivot al sito ufficiale del F.C. Barcelona. Il il Segretario Tecnico della sezione pallacanestro della polisportiva catalana, Chichi Creus, ha aggiunto: “Avere con noi i fratelli Gasol è una grande soddisfazione. Ci daranno intensità e qualità, alzando il livello degli allenamenti”.

Chi il livello lo alzato decisamente troppo è Andrey Kirilenko, stella da un decennio degli Utah Jazz. Kirilenko è stato presentato ufficialmente come nuovo giocatore del Cska Mosca e lo ha fatto posando con un fucile Kalashnikov Ak-47. E’ vero che è il suo soprannome è proprio Ak-47, ma la foto ha fatto il giro del mondo suscitando indignazione.

Infine, non poteva mancare la risposta del Real Madrid alle ultime mosse blaugrana. La casa blanca avrebbe contattato addirittura Novitzki.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>