Ubriaco, calci e pugni alla moglie: aggredisce anche i carabinieri

di 

5 ottobre 2011

maltrattamenti

Ancora maltrattamenti in un nucleo famigliare

FANO –  I militari della Stazione CC di Mondolfo hanno tratto in arresto un 31enne operaio romeno con le accuse di “maltrattamenti in famiglia e resistenza a un pubblico ufficiale”. L’uomo, che da qualche mese, complice anche l’abuso di alcol,  poneva in essere nei confronti della moglie 30enne continue violenze fisiche e maltrattamenti, l’altra sera, per futili motivi, picchiava la moglie colpendola con calci e pugni. I militari, intervenuti  presso l’abitazione dei coniugi su richiesta telefonica dei vicini, subivano un’aggressione da parte dell’uomo che, anche in loro presenza, tentava di colpire la donna. A questo punto il romeno è stato immobilizzato, tratto in arresto e rinchiuso nel carcere di Pesaro.

Non solo: è stata attività intensa quella dei carabinieri, nelle ultime ore. A Mondolfo, due pregiudicati piemontesi sono stati notati dai militari della locale Stazione aggirarsi con fare sospetto nei pressi di alcune abitazioni ove in passato erano stati messi a segno dei furti. I Carabinieri dopo aver identificato le due persone le hanno accompagnato negli uffici del Comando e, ritenendole socialmente pericolose per l’ordine e la sicurezza pubblica, le hanno poi proposte alla Questura di Pesaro e Urbino per l’applicazione della misura di prevenzione del  “rimpatrio con foglio di via obbligatorio per il comune di residenza”, con divieto di ritorno per anni tre in Mondolfo e Comuni limitrofi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>