Galleria Piccola del Furlo, inaugurazione lungo l’antica via Flaminia

di 

7 ottobre 2011

La cerimonia, prevista per le ore 10.30, rientra nel programma della “II Giornata di studi Vitruviani”. Annullo filatelico per l’occasione
 
 
galleria del Furlo

La galleria del Furlo

FERMIGNANO – Dopo una serie di lavori di recupero, verrà riaperta sabato 8 ottobre, alle ore 10.30, lungo l’antica via Flaminia nel comune di Fermignano, la “Galleria Piccola del Furlo”, uno dei gioielli storici e archeologici del territorio provinciale. L’iniziativa rientra nella “II Giornata di Studi Vitriviani”, promossa dall’associazione “Centro studi Vitruviani”, con il patrocinio del Ministero Beni e attività culturali e la collaborazione della Provincia di Pesaro e Urbino, del Comune di Fano, della Fondazione Cassa di Risparmio di Fano e della Riserva naturale statale “Gola del Furlo”.

Alla cerimonia di inaugurazione della galleria, promossa dalla Riserva “Gola del Furlo”, porteranno i saluti il sindaco di Fermignano Giorgio Cancellieri, il Sovrintendente ai Beni archeologici delle Marche Giuliano De Marinis, l’assessore provinciale alla Cultura Davide Rossi, l’assessore alla Cultura del Comune di Fano Franco Mancinelli, per poi lasciare spazio agli interventi del responsabile della Riserva Maurizio Bartoli (sui lavori di recupero) e al professor Mario Luni dell’Università di Urbino, che fornirà cenni storici sulla Galleria Piccola e sulla via Flaminia. Per l’occasione, in collaborazione con le Poste Italiane, è previsto un annullo filatelico speciale, con una cartolina dedicata all’evento.
Il recupero dell’antica galleria, effettuato dalla Provincia in occasione del decennale della Riserva, di cui è ente gestore, rientra tra gli obiettivi dell’amministrazione, volti alla conservazione e valorizzazione dell’area, incentivando un turismo consapevole e sostenibile. Lunga circa 8 metri e larga in media 3,30, la “Galleria Piccola” ha misure irregolari (l’ingresso verso est presenta un’ampiezza massima di 3,90 metri, mentre quello orientale di circa 3 metri). Ad oggi, non esistono elementi peculiari per formulare un’ipotesi di datazione del piccolo traforo. L’epoca di apertura va comunque collocata tra la realizzazione dell’attigua poderosa sostruzione, avvenuta in età augustea, e la costruzione della “Grande” Galleria, aperta all’epoca di Vespasiano, nel 76 d.C. Dopo il recupero, l’area costituisce tappa di un percorso archeologico lungo la Flaminia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>