Rossi: “Residenze creative per promuovere il circuito Spac”

di 

7 ottobre 2011

Domani la settima giornata del contemporaneo. L’assessore lancia il progetto
 
Provincia Pesaro UrbinoPESARO – Si celebra domani (sabato 8 ottobre) la settima giornata del contemporaneo, evento nazionale promosso da Amaci (associazione musei d’arte contemporanea italiani) per presentare artisti e nuove idee attraverso mostre, laboratori eventi e conferenze aperte al pubblico. La rete Spac aderisce alla giornata con aperture straordinarie e ingresso gratuito negli spazi aderenti al circuito. Per l’occasione, l’assessore provinciale alla Politiche culturali Davide Rossi anticipa: «Stiamo lavorando al progetto “Residenze creative”: si tratta di una proposta che intende promuovere e valorizzare il circuito Spac attraverso convegni e esperienze di residenze di scambio fra artisti della provincia e artisti stranieri nell’estate del 2012». Ma non è tutto: «La finalità – prosegue il vicepresidente della Provincia – è dare vita ad un’attività continuativa di residenze e creazione artistica per giovani attivi nelle arti contemporanee nei centri che costituiscono il museo diffuso dell’arte contemporanea pesarese». L’obiettivo principale dell’assessorato alle Politiche culturali è stimolare il territorio e salvaguardarne il patrimonio culturale, promuovendo il «Sistema provinciale arte contemporanea» attraverso nuove strategie e attività. «Al tempo stesso – sottolinea Rossi – vogliamo incentivare una percezione positiva, concreta e produttiva dello Spac come museo diffuso. Un progetto istituzionale di rete vivace, effervescente in relazione ed al servizio delle migliori energie e risorse del territorio. La nostra provincia, d’altronde, ha negli anni proposto esperienze di residenza di grande qualità, come “De industria” a Fermignano, “Scolpire in piazza” a Sant’Ippolito e le attività del Centro Tam a Pietrarubbia. La proposta di partecipare al progetto, tra l’altro, è stata accolta con favore da numerose amministrazioni comunali del territorio».
 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>