Scavolini volley, un’eccellenza

di 

8 ottobre 2011

Presentazione Scavolini volley 2

Autorità, dirigenti, sponsor, staff e squadra nel giardino di Palazzo Ducale

di Luciano Murgia

PESARO – Per la serie “lo sport italiano si fa male”, anche il volley fa la sua parte. Più correttamente, la fanno Lega e Federazione soprattutto chi decide a poche ore dal via di rinviare due partite. Una – come anticipato ieri – è quella che la Scavolini avrebbe dovuto giocare domenica (PalaCampanara, ore 18) contro Piacenza allenata dall’ex pesarese Marchesi, con un altro ex, Solforati, vice.

 

Il campionato parte regolarmente stasera, con l’anticipo televisivo tra le campionesse d’Italia di Bergamo e Chieri, ma già domani si potrebbe assistere al secondo colpo di scena. L’Asystel Novara ha minacciato di non scendere in campo contro Modena. Più precisamente: di scendere in campo, ma di rientrare subito nello spogliatoio se gli arbitri non faranno giocare una delle giovani straniere tesserate dalla società piemontese. L’Asystel – facendo riferimento alla norma della Fipav che consentiva alle società che si erano impegnate a schierare sempre in campo almeno 4 italiane su 7 (sestetto più libero) di non rispettare alcun vincolo di utilizzo di straniere under 22 – aveva tesserato le serbe Malagurski e Veljkovic e la greca Nomikou. Sempre secondo l’Asystel, la Fipav, che aveva concesso i tesseramenti e ricevuto le relative tasse, ha fatto marcia indietro a pochi giorni dall’inizio del campionato. E Novara ha minacciato di ritirarsi. Una storica società che rinuncia al campionato minerebbe la credibilità del movimento.

Questa è la situazione, non resta che attendere le ore 18 di domani per verificare se l’Asystel manterrà la linea rigida anticipata.

 

PRIMA L’APERITIVO POI LA PRESENTAZIONE

In questo contesto, la Scavolini volley si è presentata ufficialmente alla città, prima ospite per un aperitivo da Harnold’s poi nel Palazzo Ducale in Piazza del Popolo. Non è mancato un brindisi d’auguri per festeggiare il 20° compleanno di Laura Saccomani, ma anche quello del fotografo Danilo Billi. Durante il trasferimento dal noto locale in Piazza Lazzarini alla Prefettura, le ragazze sono state salutate con ammirazione dai passanti.

 

Il sindaco Ceriscioli, il presidente Sorbini, il prefetto vicario De Biagi e il presidente del Consiglio provinciale Bartolucci

Il sindaco Ceriscioli, il presidente Sorbini, il prefetto vicario De Biagi e il presidente del Consiglio provinciale Bartolucci

L’APPLAUSO DEL PREFETTO VICARIO

 

A salutare la comitiva, presentato da Giacomo Mariotti, responsabile dell’ufficio stampa della Scavolini volley, il prefetto vicario De Biagi, grande appassionato di pallavolo.

“E’ la seconda volta che la Prefettura ospita la presentazione della Scavolini. Lo facciamo con vero piacere, in una bella cornice, una struttura storica che rappresenta un’eccellenza del territorio. Anche la Robur lo è…”.

A proposito di eccellenze, in un recente articolo del Corriere della Sera dedicato alle ricchezze delle Marche, la provincia di Pesaro e Urbino è stata rappresentata dal Rof e dalle due Scavolini, di basket e di pallavolo. E poiché anche il Rof gode da sempre della stessa sponsorizzazione, il sindaco Ceriscioli ha ringraziato Valter Scavolini, seduto tra Galdenzi di Banca Marche, Testaguzzi dell’Ifi (altro sponsor della Robur), l’assessore allo Sport del Comune Enzo Belloni e il presidente del Coni, Alberto Paccapelo.

De Biagi ha applaudito i dirigenti della Robur per la lungimiranza, la saggezza e la programmazione che ha fruttato numerosi successi e soprattutto una grande attenzione al movimento giovanile.

“Oltre a scuola e famiglia, lo sport contribuisce all’educazione dei giovani, alla loro crescita. Ed è una ricchezza per la comunità e il suo territorio. Siamo grati alla società per quello che ha fatto, fa e farà”.

 

SORBINI TRA RAMMARICO E ORGOGLIO

Presentazione Scavolini volley 6

La Scavolini Volley pensa anche alla solidarietà: il banchetto Aido in Piazza del Popolo

Il presidente Giancarlo Sorbini non nasconde il malumore per il rinvio della partita con Piacenza, “soprattutto perché non fa bene alla pallavolo. Lo dico ad alta voce: tutto questo non mi piace! Ma poiché mi piace guardare al bicchiere mezzo pieno, il rinvio ci consentirà di inserire al meglio le ragazze arrivate da poco, in particolare Maren Brinker e Paola Ampudia”. Le schiacciatrici tedesca e colombiana sono reduci dagli impegni con le Nazionali. Pochi giorni prima di loro era arrivata la polacca Berenika Okuniewska.

Sorbini non ha nascosto le aspettative per la nuova stagione e sottolineato che – al contrario di tanti – lui non vede, ovviamente nel pieno rispetto delle scelte dell’allenatore Paolo Tofoli, un sestetto di titolari da una parte e dall’altra le panchinare. “Sono tutte di alto livello. Ho avuto la fortuna di seguire un allenamento e ho notato il sorriso che accompagnava il lavoro delle ragazze. Era evidente tanta voglia di allenarsi, di giocare, di fare bene. Lo sport è una componente bellissima della nostra vita. Mi permetto di aggiungere due parole a quelle del dottor De Biagi: rispetto all’educazione che trasmettono famiglia e scuola, lo sport unisce affetto e passione anche ad alto livello. La pallavolo è uno sport ancora puro, la nostra società cerca di trasmettere questa purezza”.

La Scavolini volley è reduce da una stagione che non ha regalato straordinari successi, dopo i tre scudetti consecutivi. Eppure nella bacheca di Via Icaro 11 sono finite due supercoppe…

“Il primo e l’ultimo trofeo del 2010/11. La supercoppa indoor e quella del beach. Significa che per un anno abbiamo lavorato bene, perseguendo i nostri obbiettivi. Giovedì scorso abbiamo partecipato alla presentazione del campionato, nel salone del Coni, presente il presidente Petrucci. Posso raccontarvi che c’è grande attenzione per quel che facciamo, che siamo una delle realtà più conosciute”.

 

ALBERICO MINIUCCHI VICE PRESIDENTE DELLA LEGA

Giacomo Mariotti ha presentato le giocatrici e lo staff e Sorbini ha voluto dedicare un applauso particolare a uno dei vicepresidenti, Alberico Miniucchi, nominato vice della Lega Pallavolo Serie A Femminile.

“E’ un omaggio alla sua professionalità, alla sua passione. Tra l’altro, come già sottolineato – ha aggiunto Sorbini – Pesaro e Urbino sono le due squadre più a sud del campionato. Non è un vanto, perché conferma la problematica situazione economica che si ripercuote nello sport, ma significa che una volta di più non mancherà attenzione su quel che faremo. La visibilità sarà maggiore, perché lo scorso anno le dirette Rai hanno attratto l’attenzione di 18 milioni di contatti in 40 partite. E il marchio Pesaro e Urbino è conosciuto molto per la pallavolo, per le nostre vittorie. Siamo una realtà importante”.

 

IL MESSAGGIO ALLE RAGAZZE

Sorbini si è congedato rivolgendo un messaggio di stima alle giocatrici.

“Ragazze, voi trasmettete passione, affetto, amore per lo sport. Noi abbiamo tanta fiducia in voi”.

 

COMUNE E PROVINCIA PER IL VOLLEY

Luca Bartolucci, presidente del Consiglio provinciale, intervenuto in rappresentanza del presidente Matteo Ricci, impegnato a Torino, ha citato Steve Jobs, il guru di Apple scomparso un paio di giorni fa, e il suo messaggio agli studenti dell’università di Stanford.

“Ragazze, vi circonda una grande passione. Coltivate i vostri sogni, siate affamate e folli”.

Il sindaco Luca Ceriscioli ha raccontato con piacere come sia importante il rapporto che regna tra le diverse realtà sportive cittadine. Ho visto con piacere i presidenti di basket e pallavolo assistere al torneo di pallacanestro in carrozzina. Il volley ha mosso l’interesse dei giovani, delle loro famiglie dando vita a un movimento straordinario, fungendo da un modello importante per le nuove generazioni. Lo sport garantisce buona educazione, fair play, rapporto con gli altri. Siamo e saremo sempre vicini, disponibili”.

 

NON SI GIOCA MA BOTTEGHINI APERTI

Il presidente Sorbini e la società sono rammaricati per il rinvio della partita con Piacenza, ben sapendo che non tutti gli appassionati saranno raggiunti dalla notizia. Pertanto, hanno deciso di aprire ugualmente – dalle ore 16,30 – i botteghini di Campanara per consentire agli abbonati di ritirare la tessera per la nuova stagione.

 

NON SI GIOCA? SI FA ALLENAMENTO

Niente domenica libera. Paolo Tofoli ha deciso di utilizzare la pausa obbligata per un allenamento. Per dirla con il presidente Sorbini, bisogna guardare il bicchiere mezzo pieno e non recriminare per quello mezzo vuoto.

“Il rinvio non fa bene all’immagine del nostro sport, però tecnicamente ci dà un aiuto perché alcune ragazze sono arrivate da paio di giorni. Iniziamo che c’è subito la sosta per la Coppa del Mondo in Giappone. A metà aprile si deve finire in vista delle Olimpiadi. Così il campionato è ridotto all’osso causa gli impegni delle nazionali. Anche lo sport deve fare i conti con la crisi economica. Queste diatribe non aiutano. Speriamo che la questione si risolva al più presto. Per domenica abbiamo organizzato una partita fra le nostre ragazze con l’apporto di qualche uomo in più. Abbiamo la necessità di farle giocare, di creare in fretta l’affiatamento necessario, l’amalgama indispensabile per la crescita del gruppo”.

Manca solo Alexandra Klineman: quando arriverà?
“Dal 14 al 21 ottobre sarà impegnata nei campionati americani, il giorno dopo si metterà in viaggio per arrivare a Pesaro”.

Il presidente è rimasto colpito favorevolmente dal clima all’interno del gruppo, dal sorriso delle ragazze e dalla loro voglia di lavorare.

“Effettivamente – conferma Tofoli – si respira una bella aria, l’atmosfera è molto positiva. Mi sembra una buona squadra, sia tecnicamente sia come carattere. L’entusiasmo non manca, il sorriso pure. Se si sta bene insieme ci si trova meglio dal punto di vista tecnico”.

Durante il trasferimento da Harnold’s a Palazzo Ducale vi ha accompagnato l’affetto della gente.

“Quando si vedono ragazze così alte e belle fa un certo effetto. Mi sembra, però, la Scavolini sia stata seguita sempre con affetto dalla città. E’ vero che qui l’istituzione è il basket, ma la pallavolo sta trovando un suo spazio importante”.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>