Fano, “Mancini” stregato: vince l’Ebolitana con un rigore

di 

9 ottobre 2011

 

FANO – EBOLITANA 0-1

FANO (4-4-2): Orlandi; Misin, Colombaretti, Cossu, Amaranti (33′ pt Bartolucci); Piccoli, Zebi (15′ st Noviello), Ruscio, Raparo; Marolda, Bartolini (32’st Morante). All. Baldassarri

EBOLITANA (4-4-2): Nicastro; Esposito, Servi, Astarita, Giudice; Corsino, Toscano, Sekkoum, Izzo (42′ st Gaveglia); D’Ancona, Broso (26’st Perrino). All. Giacomarro

Arbitro: Pelagatti di Arezzo

MARCATORE: 41′ pt Sekkoum su rigore

NOTE: Spettatori 600 circa. Al 24′ st espulso l’allenatore del Fano Baldassarri per proteste Ammoniti: Bartolucci (F), Izzo (E), Ruscio (F), Esposito (E), Nicastro (E), Servi (E). Angoli: 5-5. Recuperi: pt 3′ -st 4′.

 

Fano-Ebolitiana, Gabriele Baldassarri

Gabriele Baldassarri (foto Marco Giardini)

FANO – Mancini stregato per l’Alma. A Fano è l’Ebolitana a non fermarsi, bissando così il successo casalingo ottenuto, prima del personalissimo turno di riposo osservato domenica scorsa, sul Campobasso. La squadra di Giacomarro, subentrato in corsa come Baldassarri qualche domenica fa, sfrutta al meglio un primo tempo giocato sicuramente con più convinzione, culminato con il gol partita di Sekkoum arrivato grazie a un calcio di rigore. Che il tiro dagli 11 metri sia stato poi causato dal giovanissimo Bartolucci, entrato qualche minuto prima al posto dell’infortunato capitan Amaranti, la dice lunga però su come questa squadra oggi paghi a caro prezzo le defezioni accumulate nel reparto difensivo  che, per esempio, contro l’Ebolitana hanno obbligato Colombaretti ad agire dal 1′ come centrale difensivo. I granata hanno provato a gettare il cuore oltre l’ostacolo, creando sicuramente di più degli ospiti ma non ritrovando al momento del dunque la lucidità e forse la fortuna necessaria.  Il Fano ha vissuto di fiammate: al 19’ lampo senza risultato di Zebi, qualche minuto prima era stato Piccoli a innescare il piede dell’ex portiere della Lucchese Nicastro. Alma per lunghi tratti distratto e con poca cattiveria agonistica. Più determinata l’Ebolitana che, per tutti i primi 45’, arriva puntualmente prima su ogni pallone.

Al 33’ Amaranti è costretto al cambio per infortunio muscolare: Baldassarri guarda la panchina e fa alzare il ’93 Bartolucci. Al 35’ Ruscio vede Marolda che, dal limite dell’area, gira bene ma centralmente: para Nicastro. Marolda ci prova subito dopo: la sfera sibila sopra la traversa. Al 41’ la frittata: Bartolucci, poi ammonito, frana ingenuamente su Corsino all’interno dell’area di rigore nonostante il giocatore dell’Ebolitana sia defilato sulla sinistra della difesa fanese. Sekkoum, dal dischetto, spiazza Orlandi: 0-1. Al 44’ Servi tira giù in qualche maniera Bartolini lanciato a rete: proteste ma, questa volta, niente rigore.

Nella ripresa, al 17’, si registra l’esordio in maglia granata dell’ex Ternana Noviello: esce Zebi e Raparo si sposta in mezzo. Noviello si presenta con un’idea geniale per Marolda che, però, non trova lo spazio. La palla, allora, finisce a Bartolini, tocco dietro per Piccoli ma tiro facile facile per le lunghe mani di Nicastro. Lo stesso numero uno ospite, al 23’, blinda la porta sul lampo di Marolda che, di testa, nell’area piccola, impatta bene il cuoio su cross di Misin. Il tempo di annotare l’espulsione di Baldassarri per proteste e il Fano riaccarezza l’idea, solo quella, del gol: bomba di Piccoli dai 20 metri abbondanti, Nicastro devia in angolo volando. Fano più pressante alla ricerca del pareggio, l’Ebolitana regge l’urto ma non riesce a ripartire. Bella combinazione Noviello-Marolda con tiro fuori di poco di quest’ultimo. E’ l’ultimo lampo, a vuoto, prima del temporale vero.

 

Le foto della partita a cura di Marco Giardini:


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>