Droga, violenza e truffa: due arresti e due denunce

di 

10 ottobre 2011

Carabinieri 10

Carabinieri in azione

PERGOLA – Arrestato un 32enne che riforniva giovani del luogo. I carabinieri della stazione di Pergola, nel corso dei servizi di controllo del territorio predisposti dal comando della compagnia di Fano per la prevenzione e la repressione dei reati contro il patrimonio e la persona, l’altra sera hanno tratto in arresto un giovane albanese noto alla giustizia. Il 32enne sarebbe stato trovato in possesso di 5 grammi di cocaina, suddivisa in 10 dosi pronte per lo spaccio, e di 1 grammo di hashish.

I carabinieri fanno sapere che l’albanese, domiciliato in Romagna nella zona di Cattolica, era solito rifornire giovani di Pergola, San Lorenzo in Campo, Mondavio e comuni limitrofi, attraverso incontri che per lo più avvenivano a Fano, nei pressi della stazione ferroviaria. Al vaglio dei militari dell’Arma anche gli appunti dell’agenda del giovane, contenente indicazioni delle somme di denaro e dei nominativi di alcuni clienti. Per il 32enne, accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, si sono aperte le porte del carcere.

 

UN ALTRO ARRESTO…

Sempre i carabinieri di Pergola hanno tratto in arresto, con le accuse di violenza privata, un 48enne agricoltore di un comune limitrofo. L’uomo, dopo una discussione con un operaio 46enne della zona per il mancato pagamento in favore di quest’ultimo del compenso relativo ad alcuni lavori di carattere agricolo eseguiti, lo avrebbe minacciato utilizzando una motosega che brandiva con il motore acceso. I militari, avvertiti telefonicamente dall’operaio, sono subito intervenuti procedendo all’arresto dell’agricoltore e al sequestro della motosega, utilizzata come arma impropria per indurre l’uomo ad andarsene e rinunciare alle proprie pretese.

 

… E DUE DENUNCE

Nel corso delle ulteriori verifiche di polizia eseguite, i carabinieri di Pergola hanno poi denunciato all’autorità giudiziaria un 58enne della provincia di Ancona, per sottrazione di cose sottoposte a sequestro e violazione di sigilli. L’uomo veniva fermato alla guida della propria autovettura, una Bmw 320 del valore di oltre 20mila euro, che era sottoposta a sequestro ed a lui affidata in custodia giudiziale. L’autovettura è stata quindi nuovamente sequestrata per la successiva confisca.
Infine, per un fatto accaduto nei giorni scorsi nel parcheggio dell’ospedale di Pergola, i carabinieri di San Giorgio di Pesaro hanno denunciato il 48enne pregiudicato A.S., con le accuse di tentata truffa. Il 48enne, a bordo di una Bmw, fingendo di aver subito il danneggiamento dello specchietto della propria autovettura nel momento in cui un 78enne pensionato stava parcheggiando la sua auto, gli chiedeva la somma di 200 euro quale rimborso del danno che asseriva causato dall’anziano. L’arzillo pensionato, che non aderiva alla richiesta del pregiudicato, andava via denunciando l’accaduto ai carabinieri di San Giorgio ai quali raccontava i fatti fornendo anche il numero di targa del veicolo del truffatore. Da qui le indagini e la denuncia a carico del 48enne, nei confronti del quale è stata anche inoltrata una proposta per l’emissione della misura di prevenzione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio per il Comune di residenza (Noto, in provincia di Siracusa), con divieto di ritorno nella zona di Pergola e comuni limitrofi.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>