“Gelo” Clabo, i lavoratori dell’Artic pronti alla lotta

di 

11 ottobre 2011

Negativo il vertice in Prefettura.  Fillea e Filca: “Ostinazione incomprensibile”

 

L’azienda rifiuta qualsiasi soluzione alternativa al trasferimento a Jesi dello stabilimento di Montelabbate

 

Prefettura Pesaro

Prefettura Pesaro

PESARO – “Un’ostinazione incomprensibile.” Questo il commento di Fillea Cgil e Filca Cisl al termine dell’incontro di questa mattina in prefettura per cercare di trovare un’alternativa alla decisione del Gruppo Clabo di Jesi di trasferire, e quindi di chiudere, la produzione dell’Artic di Montelabbate.

All’incontro erano presenti il Prefetto, il presidente della Provincia, il sindaco di Montelabbate, i sindacati, Confindustria e l’Ad della Clabo. Nonostante le richieste di tutti, sindacati e rappresentanti istituzionali, l’atteggiamento della Clabo è stato irremovibile.

“Siamo assolutamente delusi dalla totale chiusura dell’azienda che non ha voluto fare alcun passo avanti per sbloccare la situazione. Il trasferimento dell’ Artic fa parte di un piano di risanamento molto ampio che riguarda tutta la Clabo ma  secondo noi tale scelta è assolutamente sbagliata e non riusciamo a comprendere perché nonostante le varie proposte formulate, l’azienda si sia trincerata dietro un no ostinato. Un vero muro insomma”.

Nel pomeriggio si è svolta un’assemblea con i lavoratori che hanno deciso di continuare lo stato di agitazione e di decidere tempi e iniziative di lotta. Fra 15 giorni è stato fissato nuovo appuntamento sempre in Prefettura.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>