Scavolini, il Gallo e il sabato 7 anni dopo. Per puntare in alto

di 

13 ottobre 2011

Scavolini Siviglia-Pistoia Memorial Ford 2011

Questa Scavolini deve puntare in alto. Foto Giardini

PESARO – Dopo la sconfitta di Biella, la Scavolini si trova davanti l’avversaria peggiore per un immediato riscatto, quella Milano che, in estate, ha costruito un roster per scavalcare dal trono italiano dopo cinque stagioni Siena, e provarci anche in Eurolega, anche se il perdurare del lockout in NBA potrebbe sconvolgere gli equilibri in campo internazionale.

Dopo sette anni si ritorna a giocare al sabato pomeriggio per esigenze televisive, orario poco gradito da chi lavora nel settore commerciale, ma la possibilità di rivedere Gallinari dovrebbe garantire un bell’incasso al botteghino dell’Adriatic Arena.

 

LA PARTITA DELLA SETTIMANA

SCAVOLINI SIVIGLIA PESARO – EA7 EMPORIO ARMANI MILANO

Sabato 15 ottobre 2011 ore 18.00 PESARO ADRIATIC ARENA

 

L’AVVERSARIA DELLA SETTIMANA

Sergio Scariolo ha in mano una squadra senza apparenti punti deboli: Omar Cook è un play di esperienza europea con grande personalità , le guardie Drew Nicholas ex-Treviso e Mailk Hairston ex-Siena, garantiscono esplosività e precisione al tiro, nel settore ali Danilo Gallinari può permettersi di partire dalla panchina a coprire le spalle al greco Fotsis e il reparto lunghi può schierare due autentici armadi come Bourousis e Radosevic, con Mancinelli e Mason Rocca che escono dalla panchina. Completano il roster Giacchetti, Ariel Filloy e l’ex pesarese Nicolò Melli.

 

IL MOMENTO DELLE SQUADRE

Coach Dalmonte, che dovrà fare ancora a meno degli infortunati White e Traini, si aspetta un pronto riscatto da Jumaine Jones dopo la deludente prova biellese – zero punti due soli rimbalzi in 26’- Hickman si troverà davanti un altro brutto cliente come Cook e il gioco in penetrazione del positivo Hackett potrebbe arenarsi di fronte alla difesa milanese. Cusin e Lydeka si scontreranno con pariruolo da Eurolega con tutte le relative difficoltà. Dall’esordio casalingo i tifosi pesaresi si aspettano una buona prova di tutta la squadra, coach compreso, consapevoli del valore dell’avversario.

Nella facile vittoria nel derby con Varese tutti i 12 giocatori schierati da Scariolo hanno avuto un minutaggio compreso tra 10 e 27 minuti, segnale che qualsiasi quintetto Milano proponga non ne risente la qualità. Ancora fermo Jeff Viggiano, nei 12 trova spazio Nicolò Melli. Danilo Gallinari ancora non ha preso pieno possesso della squadra, ma rivedere a Pesaro uno della sua classe è sempre un piacere, anche se veste la maglia di una “nemica” storica come l’Olimpia.

 

IL DUELLO CHIAVE

MARCO CUSIN VS. IOANNIS BOUROUSIS

Saranno di fronte i due pivot titolari delle rispettive nazionali: più roccioso e interno il greco, più veloce e dinamico l’italiano, qualità che si spera riuscirà a sfruttare per evitare ancora il deficit a rimbalzo che in questa stagione si sperava di non rivedere.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>