Movimento studentesco urbinate presente a Roma con due pullman

di 

15 ottobre 2011

Urbino studenti

Il movimento studentesco urbinate

URBINO – “Incompatibili con la crisi, inconciliabili con chi la governa”. Questo lo slogan dei ragazzi del movimento studentesco urbinate, partiti questa mattina con due pullman per partecipare alla grande manifestazione ‘United for Global Change’ a Roma. Gli studenti e le studentesse fanno sapere che oggi 15 ottobre, sarà l’inizio di una nuova fase di mobilitazione che li vedrà impegnati a livello locale, nazionale e internazionale per resistere alla progressiva regressione dei diritti che viene imposta dalla classe dirigente in nome del rilancio dell’economia. “La logica del sistema economico – gridano i ragzzi di Assemblea Permanente – mira al profitto ed oggi il potere economico ha deciso di perseguirlo attraverso nuove forme. Se non si possono fare più profitti nei commerci, bisognerà farli laddove ancora non si fanno. Nel tempo della crisi il pareggio di bilancio diventato il nuovo dogma della classe dirigente e fa il paio con un vecchio ritornello: bisogna tagliare e razionalizzare. Sulle ceneri del pubblico si ergono gli investimenti privati travestiti da miracoloso antidoto alla crisi. Vale per la finanziaria come per i bilanci di Ersu e Università. Si tagliano ancora le borse di studio (e si punta tutto sull’indebitamento studentesco), i trasporti e l’assistenza ai disabili, i corsi di studio e i servizi. Si taglia sui costi, come se i diritti delle persone fossero secondari. Insomma, tutti noi dobbiamo pagare la crisi”.

Dario Greco

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>