Confart, Confindustria e Cna: insieme si può

di 

21 ottobre 2011

Rete di impresa: un valido aiuto per contrastare la crisi

 

URBANIA – Si è svolto martedì 19 ottobre a Urbania un importante convegno riguardante il contratto di rete fra aziende, uno strumento innovativo a disposizione delle imprese per realizzare insieme  progetti  e per collaborare nel perseguimento dei propri obiettivi.

L’iniziativa è stata organizzata e voluta da Confartigianato, Confindustria e Cna che hanno sottoscritto un contratto di rete tra le proprie società di servizi per  incoraggiare e sostenere le aziende. Erano presenti per Confartigianato il Presidente Provinciale Learco Bastianelli e il direttore Giuseppe Cinalli, per Confindustria il Presidente Claudio Pagliano e il Direttore l’avvocato Salvatore Giordano, per Cna la vice presidente Emilia Esposito .

L’ incontro è stato preceduto da una sezione che metteva a confronto gli artigiani del settore meccanico del nostro territorio i quali hanno testimoniato come alcuni di loro si siano già uniti in un Team Group riuscendo a impostare  vantaggiose trattative con fornitori, banche e istituti di credito e a mettere in rete, data l’attuale carenza di materie prime, le riserve dei propri  magazzini.

“Il segreto sta nel collaborare fra aziende diverse – rivela Barbara del Monte, titolare di un’impresa meccanica –  in questo modo ogni azienda si occuperà di una fase. Solo a Mercatello sono già 50 addetti, e, uniti con le aziende degli altri territori della provincia di Pesaro e Urbino,  arriviamo a 100.  Abbiamo già realizzato fiere in gruppo e  vorremmo tentare ora il percorso dell’internazionalizzazione “.

Alle 18 il convegno si è aperto  agli altri settori e la sala del Consiglio Comunale del Comune di Urbania si è fatta gremita.  Sindaco e assessori , provenienti anche dai comuni limitrofi, si sono affiancati a imprenditori, artigiani e liberi professionisti. Il Direttore di Confindustria Avv. Salvatore Giordano ha parlato in rappresentanza delle tre associazioni coinvolte:  “ a breve realizzeremo un corso di formazione per i nostri addetti che forniranno le informazioni alle aziende interessate. Il lavoratore non ha tempo di informarsi e mettere in atto l’intero iter e noi lo appoggeremo in questo. Deve essere  chiaro a tutti che mettendosi in rete non viene penalizzata l’identità della singola azienda, ma si creano delle opportunità in più per affrontare il mercato.

I progetti possono essere i più vari, vanno definiti con chiarezza gli obiettivi e individuato un organo comune”.

Per ulteriori informazioni la Camera di Commercio ha finanziato un opuscolo dal titolo “Insieme si può – il contratto di rete istruzioni per l’uso”  del quale esiste anche il sito internet:  www.inretesipuò.it.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>