“Siamo solo degli opportunisti”

di 

21 ottobre 2011

PESARO – Tutto il mondo esulta – o giù di lì – per la morte del Rais Gheddafi, da un lettore di PU24.IT riceviamo e pubblichiamo la seguente riflessione:

 

Gheddafi e Napolitano

Il Rais e il Presidente della Repubblica Napolitano, dopo la firma del trattato di amicizia e cooperazione tra i due Paesi risalente al 2008

Questa è la libertà e la democrazia che esportiamo. Siamo solo degli opportunisti del cazzo. Finché van bene li lasciamo al loro posto per decenni, poi quando interferiscono coi nostri interessi, li accusiamo, giustamente, dei crimini più atroci. Perché la Nato non attacca la Bielorussia, la Corea del nord, la Cina, Cuba, Iran, Mauritania, Myanmar, Nepal, Somalia, Sudan, Uzbekistan ecc.. fino ad arrivare più o meno a 42 stati? Credete che là si stia meglio che in Libia? Che non ci siano prigionieri e fosse comuni? Questa cultura occidentale (deviata) mi ha stufato. Unica consolazione è che già si intravede la fine di questa cultura occidentale imperiale e coloniale che parte proprio – ironia della storia – da dove è nata e cullata, la Grecia. Una sorta di rivincita per i nostri padri del pensiero occidentale: Socrate, Platone, Aristotele, eccetera. Infatti loro intendevano ben altro. E la visione del mondo nata pura con loro si è distorta nei secoli talmente tanto che è giusto il fallimento nostro europeo e di Mamma America. Concludo con una bellissima citazione:

«La democrazia consiste nello scegliere i vostri dittatori, dopo che loro vi hanno detto quello che pensate di voler sentire». Alan Coren – giornalista e umorista satirico inglese”. Chi scrive invece è Francesco Giorgini, lettore di PU24.IT.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>