Fano, ora devi riconquistare il “Mancini”

di 

22 ottobre 2011

Fano-Ebolitiana

Alma in azione al Mancini contro l'Ebolitana. Foto Giardini

FANO – Solo la vittoria. Al Mancini arriva il Celano e l’Alma non dovrà ripetere gli errori fatti nelle ultime tre precedenti uscite casalinghe coincise con altrettante sconfitte (dopo la vittoria all’esordio col Melfi). In 100 anni di storia, informano le statistiche, era accaduto solo un’altra volta. Fano terz’ultimo in classifica, Celano ultimo a 4 punti assieme al Milazzo. Gli abruzzesi, che negli anni passati hanno stupito tutti guadagnando meritate salvezze grazie al gioco disegnato da mister Modica, discepolo di Zeman, oggi cercano di risollevarsi con il nuovo allenatore, Pino Petrelli, un cavallo di ritorno, che si è presentato subito vincendo (domenica scorsa) contro l’Aquila, non proprio una squadra qualsiasi. Il Celano, che ad inizio stagione aveva puntato su Facciolo e sul suo 4-3-3, non vinceva da 8 mesi: fatale, per gli aquilani, il gol segnato dopo 40 secondi di Croce, unica punta sostenuto da Marfia (che a Fano mancherà per squalifica) in un 4-5-1 molto abbottonato. “Ho ripreso da quello che ha fatto Facciolo con qualche accorgimento in più – ha spiegato il nuovo allenatore celanese – e sono soddisfatto di aver visto sul campo quello che ho detto di fare. Siamo stati bravi a fare subito gol, difenderci soprattutto e ripartire quando era necessario, nonostante dinanzi avevamo una squadra fortissima come l’Aquila. 4-3-3 zemaniano? Mah, diciamo che ho adottato un 4-3-3 alla celanese”. Al rientro Ciolli.

La replica di mister Baldassarri: “Cerchiamo di prendere il massimo da questa partita. Giochiamo in casa dove ultimamente non abbiamo fatto punti, dobbiamo cambiare rotta contro una squadra che però è stata rigenerata e galvanizzata. Servono umiltà e corsa”. L’Alma dovrebbe puntare sull’albero di Natale: 4-3-2-1, con Piccoli e Noviello alle spalle dell’unica punta Marolda. Si gioca alle 15, botteghini aperti dalle 11.

gia.mur.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>