Al PesaroFano non basta il… Guinho: a Loreto Aprutino arriva una sconfitta (7-4)

di 

24 ottobre 2011

TUBI SPA LORETO APRUTINO – ITALSERVICE PESAROFANO 7-4 (3-0 p.t.)
TUBI SPA LORETO: Capuozzo, Alvarez, Colantonio, Pelentir, Calderolli, Fois, Cividini, Lona, Grana, Cantagallo, Mirabile, Sampaio. All. Marrone
ITALSERVICE PESAROFANO: Guergolet, Pizetta, Ditommaso, Sapinho, Fraccaro, Guinho, Cesar, Pasquale, Rafinha, Cesaroni, Cavanhi, Dionisi. All. Marques
ARBITRI: Luca Giacomin (Mestre), Stefano Lena (Treviso) Crono: Massimiliano Zappacosta (Chieti)ARBITRI: Luca Giacomin (Mestre) e Stefano Lena (Treviso), crono Massimiliano Zappacosta (Chieti)
MARCATORI: 9’30’’ e 9’47’’ Fois (L), 10’45’’ Grana (L) del p.t.; 0’50’’ e 2’54’’ Guinho (P), 3’01’’ Fois (L), 4’37’’ e 5’38’’ Guinho (P), 9’20’’ e 10’50’’ Sampaio (L), 15’25’’ Cividini (L) del s.t.
NOTE: ammoniti Cesar (P), Pizetta (P), Alvarez (L)

PesaroFano-Gruppo Fassina, Wagner Lolatto Guinho

Nella foto Marco Giardini Wagner Lolatto detto Guinho

Ad aprire le danze delle marcature il locale Fois, che nel giro di 17 secondi segna due reti per gli abruzzesi del Loreto Aprutino. Bellissimo il raddoppio, direttamente su calcio di punizione, e il PesaroFano si ritrova sotto di due reti senza nemmeno accorgesene. Anzi di tre, visto che nemmeno un minuto dopo esulta anche Grana. L’Italservice, che comunque gioca benino a livello di palleggio e di personalità, ha la pecca di non tramutare in oro le occasioni che crea. Così si va al riposo sul 3-0 Tubi Spa.

Tutt’altra musica a inizio ripresa, con l’Italservice che in nemmeno due minuti segna due volte. Merito di Wagner Lolatto detto Guinho, che riapre i giochi quando da giocare manca una vita. Nemmeno il 4-2 Loreto di Fois ferma la rimonta del PesaroFano, che al sesto minuto ha completato la rincorsa grazie ad altre due reti di Guinho, che così firma la propria personale quaterna in appena 5’38”.

Sul 4-4 però i ragazzi di Marques sono sfortunati. Hanno la chance per andare in vantaggio ma la falliscono, in un match scandito da tante occasioni non andate a bersaglio per un nonnulla (clamorosa, tra le altre, una traversa di Eriel Pizetta). Al contrario il Loreto Aprutino ha capitalizzato ogni occasione creata, vincendo 7-4 grazie alle reti finali di Sampaio (doppietta) e Cividini.

Peccato per l’Italservice ma poco male. La possibilità di rifarsi sabato prossimo in casa, cioè al circolo tennis Trave di Fano, contro il Comelt Toniolo Milano (inizio ore 15.30). In palio punti pesanti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>