L’esercito dei disoccupati da noi è arrivato a 42.000

di 

25 ottobre 2011

La Cna prova a combattere il dato con un corso innovativo

 

disoccupati

Numeri spaventosi

PESARO – Cresce la schiera dei pesaresi disoccupati. Nella nostra provincia sono 42.771 le persone senza impiego, divise tra 25.468 donne e 17.123 uomini. Lo dicono, senza timore di smentita, i dati dei centri per l’impiego della provincia, divulgati da Cna per lanciare quello che non può che essere un allarme.

 

NUMERI SPAVENTOSI

Detto che a Pesaro e Urbino la disoccupazione è principalmente femmina, la fascia di età con un maggior numero di persone in cerca di un lavoro è quella che va dai 35 ai 39 anni. Provando ad analizzare le principali città, a Pesaro i disoccupati sono 17.624 totali (di cui 10.446 donne e 7.178 uomini). Ma Fano, nonostante la differenza di popolazione, tallona il capoluogo nella triste classifica con 15.604 disoccupati (di cui 9.366 donne e 6.238 uomini). Non da meno Urbino, dove le persone in cerca di lavoro sono 9.543 (5.836 donne, 3.707 uomini).

Numeri abnormi a cui vanno aggiunti gli inoccupati, ovvero coloro che non denunciano la loro situazione ai centri per l’impiego. Analizzando nello specifico le percentuali per fasce d’età, si scopre poi che subito dopo il primato dei 35enni (35-39 anni corrispondenti a 6.750 disoccupati totali) arrivano i trentenni (dai 30 ai 34 anni corrispondenti a 6.420 disoccupati). Poi i quarantenni (dai 40 ai 44 anni corrispondenti a 6.055 disoccupati) e i 25enni (25-29 anni corrispondenti a 5.125 disoccupati). E’ salita significativamente anche la percentuale dei 50enni che cercano lavoro (dai 50 ai 54 con 3.853 disoccupati).

 

DALLA CNA UN CORSO INNOVATIVO

Per dare prospettive occupazionali a tutte queste donne e uomini, oltre che ai giovani appena usciti dalla scuola, la Cna di Pesaro e Urbino ha ideato un progetto indirizzato a tutti coloro che desiderano dare una svolta alla propria vita attraverso la creazione di nuove opportunità occupazionali. Per questo la Confederazione nazionale dell’artigianato ha deciso di istituire un corso di formazione attraverso un’impostazione assolutamente innovativa. Partendo dalla scoperta di se stessi e delle proprie capacità, dal talento, dalle aspirazioni e – perché no – anche dalle proprie ambizioni, il corso cerca di addestrare e indirizzare giovani e persone in cerca di occupazione verso l’apertura di nuove attività imprenditoriali. Si tratta di un periodo di formazione e di coaching che vedrà protagonisti tutor qualificati nei vari settori. Da quelli motivazionali e personali (attitudinali, psicologici) a quelli più tecnici quali marketing, credito, normativa del lavoro, fiscale, ambiente e sicurezza. Durante il corso sono previsti contributi da parte di giovani imprenditori che ce l’hanno fatta. Esperienze di attività che hanno saputo ritagliarsi spazi nuovi nel mondo dell’impresa. Si tratta di titolari di attività che fanno parte del gruppo d’interesse di CNA Giovani Imprenditori recentemente costituitosi.

A questo gli organizzatori affiancheranno anche un’azione di tutoraggio ad opera dei pensionati Cna, estensione del servizio “Young&Senior, un team per l’impresa” che cercherà di accompagnare i disoccupati nell’avvio di nuove attività. “Vogliamo – dicono Lucia Pierleoni e Alessandra Benvenuti, rispettivamente presidente e coordinatrice del gruppo – creare qualcosa di veramente innovativo. Dare prospettive a chi attualmente non ne ha, cercare di rimotivare le persone ed aiutarle a realizzare il proprio sogno nel cassetto”.

Il corso, che avrà un costo simbolico per permettere a tutti di partecipare, partirà il prossimo gennaio. Le iscrizioni si apriranno il 7 novembre presso le sedi Cna o ai numeri 0721.426103 (Emanuela Forlani) e 0721.426142 (Alessandra Benvenuti).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>