Morti sul lavoro, appello alle istituzioni dell’Anmil

di 

3 novembre 2011

Cantiere lavoro

PESARO – Il presidente ANMIL (Associazione Nazionale fra lavoratori  Mutilati ed Invalidi del Lavoro) Fausto Luzi  interviene sull’ennesima morte sul lavoro : “Ancora una volta la provincia di Pesaro-Urbino viene colpita da un incidente mortale sul lavoro (due incidenti mortali in 2 giorni). La vittima questa volta è un operaio 45enne di Chioggia (VE) che era alla guida di una ruspa che si è ribaltata schiacciandolo in un cantiere sulla A14 all’altezza di Pesaro. Due giorni fa un altro incidente sul lavoro nel quale ha perso la vita un 51enne di Noale (VE) mentre stava effettuando dei lavori per l’installazione  di un impianto fotovoltaico in un terreno di Mombaroccio. Esprimo  in primo  luogo il nostro cordoglio per la morte dei due lavoratori; siamo vicini alle famiglie a cui vanno le nostre più sincere condoglianze, ma dobbiamo fare di tutto perché sul lavoro si prevengano episodi come questi. La perdita anche di una sola vita umana in ambito lavorativo è un fatto che moralmente e politicamente va considerato inaccettabile.  Nel settore della prevenzione e della sicurezza molto è già stato fatto ma come dimostrano anche i fatti recenti gli sforzi non sono mai abbastanza.  Di fronte a una morte bianca, nonostante lo sciagurato ripetersi di tali eventi, non riusciamo a capacitarci di come ancora oggi si debba pagare un tributo così severo e doloroso al normale svolgimento di un’attività lavorativa. Per questo l’Anmil non poteva rimanere indifferente a queste tragiche notizie di morti sul lavoro, anzi questi episodi ci stimolano a segnalare ancora una volta quanto sia necessario l’impegno di tutti perché il lavoro non si trasformi in tragedia. Sulla sicurezza nei luoghi di lavoro non bisogna mai abbassare la guardia e, per quanto nelle nostre competenze, continueremo a operare per migliorare le politiche di prevenzione”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>