La banda di Colbordolo seconda in Italia

di 

5 novembre 2011

Banda di Colbordolo "G. Santi"

La Banda di Colbordolo "G. Santi"

COLBORDOLO – Sono proprio loro, i componenti del corpo bandistico “G. Santi” di Colbordolo, ad annunciarlo sulla propria pagina Facebook. Un articolo postato anche sulla bacheca del presidente della Provincia Matteo Ricci in cui ci ci bea – giustamente – per essere arrivati secondi nel concorso nazionale per il 150esimo anniversario dell’unità d’Italia, indetto dalla Presidenza del consiglio dei ministri e dal Tavolo nazionale per la musica popolare ed amatoriale Amatoriale istituito da parte del Ministero per i beni e le attività culturali nel 2010. La competizione a categoria unica, organizzata dall’Assomusica (Federazione nazionale dei complessi e delle attività musicali amatoriali ed artistiche) si è tenuta nello storico teatro della città di Fiuggi, Frosinone, il 29 e il 30 ottobre scorsi.

Su 18 complessi bandistici provenienti da ogni angolo d’Italia con la qualifica di “Banda d’interesse comunale”, quello di Colbordolo è giunta seconda. Come gli altri gruppi partecipanti, i musicisti pesaresi hanno eseguito un brano d’obbligo composto dal maestro Davide Boario dal titolo “1861 i Figli della Libertà”. Il corpo bandistico “G. Santi” di Colbordolo ha proposto, poi, come brano a scelta libera “L’Eroe dei due Mondi” del maestro Damiano Danti.

Al termine dell’esibizione una giuria composta dai maestri Angelo Bolciaghi, Denis Salvini e Michele Miloni, grandi personalità del panorama musicale nazionale, hanno stilato con giudizio unanime la graduatoria finale dei tre complessi bandistici risultati vincitori:

1° classificato, Ass. Banda Musicale “Francesco Curcio” di Amantea (CS), diretta dal maestro Alfonso Pierri Altomare;

2° classificato, Corpo Bandistico “G.Santi” di Colbordolo (PU), diretto dal maestro Eduardo Javier Maffei;

3° classificato, Concerto Bandistico Città di Montalbano Jonico (MT), diretto dal maestro Giovanni Laccola.

 

GONGOLA IL DIRETTORE

Per il direttore orchestrale, il giovane Eduardo Javier Maffeiè una grandissima affermazione ed il fatto di essere arrivati al secondo posto a livello nazionale mi rende veramente orgoglio innanzitutto perché a 24 anni dirigere una banda, lavorare con loro e portarla a questa risultato non è da poco”. “Qui colgo l’occasione per ringraziare veramente il maestro Bruno Macci, direttore della banda – ha continuato Maffei – che mi ha dato l’opportunità di farlo; inoltre la soddisfazione più grande è stata quella di vedere negli occhi dei bandisti la gioia di aver vinto, dopo un lungo lavoro, un lavoro individuale, di gruppo e di squadra. Parlo di squadra perché alla fine di tutto ciò, oltre alla vittoria, è rinato un profondo legame tra tutti i bandisti, dal più giovane al più anziano, e questo penso che sia la vittoria più grande e più bella, perché la banda è stata, è adesso e dovrà essere per sempre un gruppo di aggregazione. Se questo principio fondamentale continuerà ad aleggiare, sicuramente la banda continuerà a vivere ed a vincere, come ha fatto in passato con la “Tromba d’Oro” ed adesso con il Concorso Nazionale per il 150° Anniversario dell’Unità d’Italia”.

 

STORIA E COMPONENTI

La banda di Colbordolo è nata nel lontano 1853. Conta attualmente su un organico di oltre 70 elementi, tutti giovani o giovanissimi, molti dei quali diplomati o allievi del conservatorio “G. Rossini” di Pesaro. L’età media dei componenti si aggira intorno ai 20 anni, una caratteristica questa che certamente non è sfuggita alla giuria e che è stata oggetto di valutazione insieme all’espressione e alla dinamica, alla precisa tecnica ed articolazione, alla corretta esecuzione e all’intonazione.

Un elogio in particolare va sicuramente a tutti i componenti della banda che hanno accettato di partecipare a quest’avventura, con grande impegno e dedizione:

Clarinetti
M° Valentina Persici, M° Silvia Giorgini, Agnese Macci, Elisa Bezziccheri, Marta Galli, Linda Giovanelli, Agnese Ferri, Martina Nicolini, Sofia Vitali, Lisa Vagnini, Erika Fratesi, Ilaria Pierleoni, Giorgia Volponi, Roberto Fratesi;

Flauti
Jessica Nicolini, Andrea Persici, Francesca Fratesi;

Oboe
M° Ilaria De Maximy;

Saxofoni
M° Bruno Macci, Adriano Tulipani, Cristian Nicolini, Elena Simoncelli, Lucia Fratesi, Massimiliano Garavalli, Paolo Dori, Gianluca Venerandi, Gianmarco Massarini, Andrea Galli;

Trombe
M° Laura Spagna, M° Michele Galli, Luciano Galli, Alberto Giorgini;

Tromboni
M° Enrico Bezziccheri, Stefano Pianosi, Michael Vitali, Elisa Simoncelli;

Corni
M° Giampaolo Baldelli, M° Giulia Alessi, Andrea Ferri;

Tube
M° Alessandro Baldelli, Luca Vitali, Sauro Crescentini;

Percussioni
Nicola Sgaggi, Luis Amador Fernandez Espinosa, M° Daniele D’Ubaldo, Federico D’Ubaldo, M° Francesco Vichi;

Collaboratore
Maurizio Alessi.

 

Un ringraziamento, infine, per l’impegno e per l’organizzazione, al dottor Sauro Crescentini, segretario del Corpo Bandistico, al Direttore maestro Bruno Macci, al presidente dottor Massimo Pensalfini, sindaco del Comune di Colbordolo, all’amministrazione Comunale tutta e, naturalmente, ai genitori e ai numerosi fan che hanno seguito e sostenuto calorosamente la banda durante la trasferta a Fiuggi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>