Rapinò una banca pesarese, i carabinieri lo beccano a Foggia

di 

9 novembre 2011

FOGGIA – Preso. I carabinieri hanno tratto in arresto ieri un 33enne pugliese di Cerignola con l’accusa di rapina aggravata e furto aggravato. L’uomo, già noto alla giustizia e ora portato in carcere a Foggia, è ritenuto responsabile di un colpo alla Banca di Pesaro, agenzia 5 di Borgo Santa Maria, avvenuto il 10 settembre 2010.

Nel corso dell’attività d’indagine, i carabinieri del nucleo investigativo hanno raccolto a carico del predetto gravi e univoci elementi di colpevolezza. L’uomo – visibile in un fotogramma delle telecamere a circuito chiuso che pubblichiamo di seguito – è entrato nell’istituto di credito con il volto parzialmente coperto. Armato di una grossa lama, avrebbe minacciato i dipendenti per impossessarsi della somma contante di 16mila euro. Dopo il colpo, il malvivente faceva perdere le proprie tracce a bordo di una macchina di tipo Fiat Panda, rubata nella stessa mattinata a Pesaro e successivamente rinvenuta a Cerignola.

Gli elementi raccolti permettevano, quindi, al GIP del Tribunale di Pesaro di emettere nei suoi confronti il provvedimento di custodia cautelare in attesa di giudizio. L’indagato, che all’epoca era evaso dagli arresti domiciliari presso una comunità terapeutica in provincia di Taranto, era già noto per aver commesso reati della stessa indole.

 

Rapinatore banca

Fotogramma del rapinatore dell'agenzia 5 di Banca di Pesaro

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>