Derby intenso alla Trave: Italservice e Civitanova fanno 3-3

di 

12 novembre 2011

ITALSERVICE PESAROFANO – CIVITANOVA 3-3 (p.t. 0-0)
ITALSERVICE PESAROFANO: Eusepi, Ditommaso, Sapinho, Fraccaro, Bacaloni, Guinho, Bruscolini, Pizetta, Rafinha, Cesaroni, Cavanhi, Dionisi. All. Marques
CIVITANOVA: Moretti, Machado, Buono, Sgolastra, Calla, Serantoni, Pucheta, Favetti, Dalla Molle, Pietracci, De Meira, Frenguelli. All. Osimani
ARBITRI: Mauro De Coppi (Conegliano) e Andrea Sabatini (Bologna), crono Daniele Meles (Ancona)
MARCATORI: 2’41” Favetti (C), 4’21” Pizetta (PF), 9’49” Dalla Molle, 14’11” Ditommaso, 17’00” Sapinho (PF), 17’32” Pucheta (C) del s.t.
AMMONITI: Ditommaso (PF), Rafinha (PF), Favetti (C), Pucheta (C)
NOTE: spettatori 300 circa

 

FANO – Diciamolo subito. Quello tra PesaroFano e Civitanova è stato un bel derby. Intenso, aperto, tirato e a tratti pure spettacolare. Potevano vincere entrambe. Ne è uscito fuori un pareggio che, pur lasciando un pizzico di rammarico generalizzato, forse è il giusto specchio di quanto visto al circolo tennis Trave di Fano.

Davanti a una bellissima cornice di pubblico, il primo tiro di giornata è del calciatore a 5 dell’Italservice Eriel Pizetta: Moretti para. Si fa vedere il Civitanova con De Meira, lanciato in contropiede da un tiro del PesaroFano ribattuto nell’altra metà di campo: super Cavanhi. I ragazzi di Marques puntano la porta avversaria con Sapinho Zanatta (in due circostanze) ma Moretti si salva. Poi ancora ospiti con bomber Dalla Molle, però anche il guardiano biancorosso-granata è attento.

Passano i minuti e il punteggio non si sblocca. La gara è comunque piacevole, giocata su buoni ritmi e con il giusto tasso di agonismo che mai sfocia in antisportività o cattiveria. Gli ospiti di mister Osimani sono sempre pericolosi allorché puntano la porta locale. De Meira è ottimo nel controllo e finta, ma non altrettanto nel tiro. Stesso discorso per Favetti, su cui Cavanhi compie un mezzo prodigio volando sotto la traversa con un riflesso felino. Risponde il PesaroFano con un due contro uno di Sapinho e Ditommaso: il capitano, solo davanti a Moretti, non tira ma prova a dribblarlo e perde l’attimo. Altra occasionissima Italservice, sugli sviluppi di azione da fermo. Ditommaso, all’altezza dell’incrocio delle linee, appoggia per Rafinha che da due passi, con Moretti fuori causa, non riesce a coordinarsi e a metter dentro. Peccato.

Poi Cavanhi è super su Favetti, che si era liberato di un pesaro-fanese. Il locale Pizetta non riesce a superare i tentacoli di Moretti, uscito in posizione defilata. Dalla Molle inzucca fuori un servizio al bacio di Machado. Il successivo bolide di Guinho su punizione è respinto in qualche modo da Moretti. Ancora Guinho protagonista: fa tutto da solo e spara verso il portiere civitanovese che respinge centralmente, Rafinha deve solo metter dentro ma Machado è prodigioso a respingere col corpo evitando così la capitolazione. Giusta esultanza per il numero 2 ospite, che agita i pugni come per un gol segnato.

Una ripartenza ospite non viene chiusa di un nonnulla da Dalla Molle, proteso invano in scivolata. Il tempo si chiude con Guinho che non riesce a tirare da posizione favorevolissima. Zero a zero ma prima metà comunque piacevole.

Dopo il tè caldo i pesaro-fanesi Pizetta e Sapinho vanno vicini alla segnatura. Lo stesso fa De Meira, che non riesce a mettere dentro da due passi. Gli ospiti comunque sbloccano il risultato con capitan Favetti, abile a chiudere in rete da posizione defilata un dai e vai con Della Molle. Nemmeno due minuti e l’Italservice impatta. Merito di Eriel Pizetta, che in scivolata mette dentro, alle spalle di Moretti, un pallone orizzontale dell’ispirato Guinho. Gli ospiti potrebbero riportarsi in avanti poco dopo ma Cavanhi in qualche modo – cioè con la testa – respinge su De Meira. Risponde Sapinho mandando fuori un’azione scaturita da un cuoio recuperato da Guinho, rifinita dall’appena entrato Luca Bruscolini.

Cavanhi è super poco dopo anche su Calli, che si era presentato davanti a lui con intenti bellicosi. A stretto giro di posta Sapinho ruba palla e spara verso la porta civitanovese: Moretti ancora c’è.

Senza Cesar e Pinguim, le rotazioni dell’Italservice coinvolgono pochi giocatori. Chi gioca comunque ci mette l’anima, anche se grave è l’errore che innesca Dalla Molle, solo a correre verso la porta di Cavahni: tocco a mezza altezza e 2-1 Civitanova. Il PesaroFano rischia in contropiede anche l’1-3, ma Pucheta inspiegabilmente mette in mezzo invece che tirare da buonissima posizione.

Guinho spara fuori la palla del pareggio su cui, comunque, coordinarsi perfettamente sarebbe stato difficoltoso. Ma al di là di questo, è una fase in cui il Civitanova sembra controllare. All’improvviso, però, arriva il pari PesaroFano. Tiro di Pizetta deviato da un calciatore a 5 ospite, la sfera corre lemme lemme verso capitan Ditommaso che in qualche modo la devia alle spalle di Moretti: 2-2 e palla al centro.

Non paga del pareggio, l’Italservice continua ad attaccare. Sapinho, Guinho, ancora Sapinho: puntata e rete del 3-2, col palaTenda che si alza ad applaudire. Mancano 3 minuti esatti e gli ospiti giocano la carta del portiere volante. Una scelta che risulta azzeccata alla prima azione, visto che Pucheta si ritrova libero di superare Cavanhi per il 3-3.

Marques chiama timeout e rischia il tutto per tutto, schierando Sapinho portiere volante per giocare con l’uomo di movimento in più. Un’altra dormita difensiva locale lascia libero Dalla Molle che stavolta, però, è spalle alla porta… per segnare dovrebbe esibirsi in una rovesciata che non riesce. Il PesaroFano continua ad attaccare e ha due chance per vincere il derby. Entrambe con Guinho, che prima sfiora il sette con un tiro da fuori, poi manda alto da due passi un pallone che non sembrava così difficile.

 

LA GALLERY DELLA PARTITA DI MARCO GIARDINI

 


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>