La Vuelle si beve la Pepsi: grande vittoria in quel di Caserta

di 

12 novembre 2011

PEPSI CASERTA – SCAVOLINI SIVIGLIA PESARO 76-82
PEPSI CASERTA
: Maresca 3, Ciorciari 0, Righetti 9, Marzaioli ne, Collins 22 Smith A.19 Tusek 6, Di Monaco ne, Cefarelli ne, Doornekamp 8, Fletcher 9, Rose 0. All. Sacripanti
SCAVOLINI SIVIGLIA PESARO: White 10, Traini 5, Cercolani ne, Cavaliero 8, Alibegovic ne, Hickman 15, Cusin 7, Tortù ne, Flamini 3, Hackett 14, Lydeka 8, Jones 12. All.Dalmonte
ARBITRI: Cicoria, Wiedmann, Pinto
PARZIALI: 21-20, 16-20, 20-21, 19-21

Scavolini Siviglia-Milano, Jumaine Jones

Jumaine Jones (foto Marco Giardini), autore di 12 punti

CASERTA – Grande vittoria della Scavolini Siviglia che espugna il palasport casertano con una buona prova corale e la solita grande difesa. Dopo un primo tempo equilibrato, Pesaro si porta sul più 12, subendo il rientro dei campani arrivati fino al -1 a 5’ dal termine. Questa volta la Vuelle non molla e riesce a mantenere il vantaggio fino al termine, per una vittoria importantissima su un campo dove sarà difficile vincere chiunque.

Parte bene la Scavolini Siviglia che al 5’ è avanti 12 a 7 con il secondo canestro di White, abile a sfruttare il gioco in transizione. Ci pensa l’ex Pesaro Collins a riportare la Pepsi a contatto con due arresti e tiro dai 4 metri per il -1 casertano, ma Jones risponde subito con due entrate contro un più lento Smith. Pesaro si riporta sul +5: 18 a 13. Corrono tutte e due le squadre per non fare schierare le difese, il quarto si chiude con un tap-in di Doornekamp su un mancato taglia fuori per il 21 a 20 in favore della Pepsi.

Una tripla dell’ex Tusek porta Caserta al massimo vantaggio sul 27 a 22. Poi Cavaliero incappa nel terzo fallo, costringendo Dalmonte a rimettere in campo Hickman, che con un tiro dai 6,75 riporta avanti la Vuelle sul 29 a 27, seguito da Flamini che chiude un parziale di 10 a 0 a cui Sacripanti prova a metter fine chiedendo time-out. Si vede in campo anche Traini (al debutto stagionale) con una bella penetrazione e una tripla, ma due bombe di Collins – arrivato già a quota 16 – tengono la Pepsi in scia. Il tempo si conclude con Pesaro avanti di tre sul 40 a 37. Dando un’occhiata alle statistiche tutti e nove i giocatori messi in campo da Dalmonte sono andati a segno con Hickman, Hackett e White a quota 6.

Il terzo quarto inizia con il quintetto base messo sul parquet da Dalmonte. Un paio di contropiede sprecati dalla Scavolini Siviglia consentono ai padroni di casa di riportarsi in parità a quota 42, ma un Jones finalmente attivo anche in attacco mette a referto due triple consecutive che portano Pesaro al massimo vantaggio: 50 a 42 al 24’. La difesa pesarese continua a confondere le idee alla Pepsi, così la Vuelle arriva anche sul più 12 al 26’. Hickman però forza un paio di possessi e Caserta si riporta sul -4 in chiusura del terzo periodo: 57 a 61.

Nell’ultimo parziale Cavaliero torna in campo a guidare l’attacco biancorosso, coinvolgendo Lydeka nei giochi a due e segnando una tripla “ignorante” che porta la Scavolini Siviglia sul 69 a 61 al 34’. Nove punti consecutivi di Righetti riportano però la Pepsi sul -1 a 4 minuti dal termine. Un gioco da tre punti di Cusin consente alla Vuelle di tornare allungare, ma Pesaro perde per falli White e lascia ai padroni di casa qualche rimbalzo offensivo di troppo che tiene Caserta ancora in partita. Una palla rubata da Hackett a 1’30” dalla sirena porta i biancorossi sul 78 a 71. Sacripanti (un altro ex) ordina ai suoi di ricorrere al fallo sistematico per recuperare il distacco. Cavaliero sbaglia il quinto libero della partita, ma la mano di Hickman non trema, facendo scorrere i titoli di coda sull’incontro che si conclude con un’importantissima vittoria per Pesaro.

da.pe.

LE PAGELLE

White – Ancora non è il bomber che Pesaro sognava, dopo un bel primo tempo cala alla distanza: voto 6
Hickman – Sbaglia due triple aperte che avrebbero chiuso prima il discorso sulla vittoria, ma nel finale ha il grosso merito di mettere i liberi della sicurezza: 6,5
Cusin
– 3 su 3 al tiro, 4 rimbalzi e 2 stoppate. Positivo: 6,5
Hackett
– La palla rubata a un minuto dalla sirena è la fotografia del carisma e della voglia di vincere di Daniel, che chiude con 14 punti, 7 rimbalzi e 7 falli subiti. MVP: 7,5
Jones
– Finalmente si fa vedere anche in attacco anche se non è precisissimo. Aveva voglia di farsi rimpiangere dal suo ex pubblico: 6,5
Lydeka
– al 100% al tiro aggiunge anche cinque rimbalzi. Si fa sempre trovare sugli scarichi 6,5
Flamini
– Il capitano ritrova la forma fisica e la consueta voglia matta di difendere, centra anche una tripla in un momento importante: 6,5
Cavaliero – Dalmonte forse lo toglie nel suo momento migliore. E’ l’autore della fuga pesarese nell’ultimo quarto. Mezzo punto in meno per i 5 liberi sbagliati: 6
Traini
– In soli tre minuti sul parquet lascia il segno con un’entrata e una bomba. Forse andava riprovato: 6

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>