World Cup, Bethania 42 punti e un omaggio all’Italia

di 

12 novembre 2011

 

Bethania

Bethania

PESARO – Lavorano tutte per l’Italia, che – come anticipato nel commento alla bella vittoria della notte sul Brasile di Ze Roberto, Mari e Sheilla – è sempre più vicina a Londra 2012, alle Olimpiadi.

In virtù dei risultati maturati nella settima giornata, la squadra allenata da Massimo Barbolini potrebbe addirittura agguantare la World Cup. Ma forse è meglio non allargarsi, pensando alle magre dei recenti Campionati Europei. “Un passo per volta, adesso pensiamo alla Serbia”, ha detto Barbolini e non possiamo che essere d’accordo con lui.

Peraltro, le serbe, che pure hanno recuperato la capitana Jovana Brakočević, si sono arrese alla Cina che ha rilanciato le proprie possibilità di accedere alle Olimpiadi direttamente dalla World Cup. Come è noto, si qualificano le prime tre squadre al termine delle undici partite di girone all’italiana. Al termine di una sfida durata 97 minuti, la Cina ha chiuso 3-1. Come anticipato nel precedente servizio di commento a quanto avviene in Giappone, ha fatto peggio la Germania, sconfitta dalla Repubblica Dominicana. Come la mucca cara al professor Aleksandar Nikolić, famoso allenatore di basket, la Germania ha fatto tanto latte contro gli Usa (sconfitti 3-0) ma poi ha dato un colpo con la coda e rovesciato il secchio contro le dominicane. “Non posso che congratularmi con la Repubblica Dominicana – ha detto a fine gara uno sconsolato Giovanni Guidetti -. Alle luce di quanto visto in campo, sono la squadra più forte da noi affrontata. I loro attacchi sono sorprendenti, i muri incredibili. Noi non abbiamo giocato bene, ma solo per merito loro. Non ho niente da rimproverare alle mie ragazze. Abbiamo affrontato una grande squadra. Di sicuro, nessun’altra avversaria ha una giocatrice in grado di realizzare 42 punti!”. L’allenatore italiano si riferisce a Bethania De La Cruz de Peña che ha messo giù 31 attacchi, 6 muri e 5 servizi vincenti. Incredibile davvero. Una prestazione che avrà fatto felici i dirigenti e lo staff tecnico del Denso Airybees di Nishio, squadra giapponese per cui gioca l’attaccante dominicana nata il 13 maggio 1987, alta 1,88 per 68 chilogrammi. Se l’Italia accederà direttamente dal Giappone ai Giochi Olimpici dovrà ringraziare anche Bethania, i suoi 42 punti e la vittoria conseguente sulla Germania sono un gradito omaggio alle azzurre.

Per quanto riguarda

Questi i risultati completi:

Girone A (Sapporo): Italia-Brasile 3-0; Cina-Serbia 3-1 (21-25; 25-19; 25-23: migliori realizzatrici serbe Rasić 18, Molnar 16, Bjelica 15, Veljkovic 10; 19 gli errori della Cina. Per le cinesi: Hui 15, Yang 19, Ma12, Zhang 14; 20 gli errori della Serbia); Giappone-Korea 3-0 (25-21; 26-18; 25-17 in 80′). Girone B (Okayama): Repubblica Dominicana-Germania 3-2; Argentina-Kenia 3-0 (26-24; 25-13; 25-16 in 68′); Algeria-Usa 0-3 (12-25; 12-25; 9-25 in 61′).

La classifica

Italia 20 (7 vinte, 0 perse; 21 set vinti, 3 persi)

Usa 18 (6-1; 18-4)

Cina 16 (5-2; 19-10)

Germania 15 (5-2; 18-8)

Giappone 13 (4-3; 15-9)

Brasile 12 (5-2; 16-13)

Serbia 11 (3-4; 14-13)

Argentina 9 (3-4; 9-14)

Repubblica Dominicana 8 (3-4; 11-15)

Korea 4 (1-6; 5-18)

Kenia (0-7; 2-21) e Algeria (0-7; 1-21) 0

Prossimo turno

Girone A (Sapporo): Italia-Serbia (ore 3 italiane, diretta sui canali 202 e 204 di Sky); Cina-Korea e Giappone-Brasile.

Girone B (Okayama): Argentina-Germania; Algeria-Kenia; Repubblica Dominicana-Usa.

Poi due giorni di riposo e il trasferimento a Tokio per il round 4 che l’Italia inizierà il 16 novembre, alle ore 7, con la Germania. Seguiranno Italia-Usa (ore 7 del 17) e Italia-Kenia (ore 3 del 18).

Nel frattempo, arriva in Giappone anche la nazionale maschile che venerdì sera ha vinto 3-2 l’All Star Game contro la selezione dei migliori stranieri. Anche gli azzurri vanno a caccia della qualificazione olimpica. Il medico della nazionale italiana è il dottor Piero Benelli, pesarese, responsabile dello staff sanitario della Scavolini Siviglia di pallacanestro.

L.M.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>