Bartolini illude: il Chieti batte il Fano in rimonta

di 

13 novembre 2011

CHIETI – FANO 2-1

CHIETI (4-2-3-1): Feola; Bigoni, Pepe (45′ Serpico), Migliorini, Malerba; Amadio (36′ st Cardinali), Del Pinto; Fiore, Sabbatini, Lacarra; Anastasi (21′ st Gammone). A disp.: D’Ettorre, Villa, Rossi, Berardino. All.: Paolucci.

FANO (4-4-2): Orlandi; Colombaretti, Mucciarelli, Cossu, Amaranti (3′ st Bartolucci); Capi (20′ st Muratori), Raparo, Ruscio, Piccoli; Bartolini (25′ st Morante), Marolda. A disp.: Beni, Sassaroli, Di Stefano, Tittarelli. All.: Baldassarri.

Arbitro: Roca di Foggia

Marcatori: 13′ pt Bartolini (FA), 2′ st Lacarra (CH), 13′ st Anastasi (CH).

Note: Ammoniti: Raparo (F) Mucciarelli (F) Cossu (F), Serpico (C). Angoli: 1-9. Rec.: pt 2′; st 3′

Fano-Fondi, Tommaso Marolda

Tommaso Marolda, partita sfortunata a Chieti (foto Giardini)

 

CHIETI – L’Alma perde 2-1 a Chieti dopo essere fuggita in vantaggio con il gol di Bartolini. L’attaccante granata, approfittando di un pallone perso dal Chieti sulla trequarti, ha sfoderato una ripartenza supersonica conclusa con una gol di millimetrica precisione. Solo un fuoco di paglia, purtroppo. Perché Ruscio si è visto negare subito dopo il gol ammazza partita da un grande intervento di Feola. Poi è stato Marolda, lasciato libero in area, a non trovare lo specchio. Nel mezzo l’ex Del Pinto, invece, ha sprecato il possibile pareggio mancando il pallone di testa da buona posizione. Troppa grazia. Nella ripresa, infatti, la ruota inizia a girare in senso opposto e il Chieti, che nei primi 45′ aveva rischiato più volte di finire definitivamente sotto, trova il pareggio con Lacarra bravo a trovare il tempo giusto su cross di Fiore (1-1). L’Alma reagisce con due iniziative di Marolda e Piccoli (ottimo Feola) ma è ancora il Chieti a trovare il gol, questa volta con Anastasi lesto in tap-in sugli sviluppo di una punizione di Sabbatini (2-1). Nel finale ci vuole il miglior Orlandi, sull’incornata di Lacarra, per tenere in vita fino alla fine il Fano. Marolda, tutto solo, si mangia però la più ghiotta delle occasioni per trovare un giusto pareggio facendosi murare da Feola in uscita.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>