Matteo Ricci alle Apifarfalle: “L’Italia vera siete voi”

di 

13 novembre 2011

In una cerimonia a Cartoceto, il presidente della Provincia ed il sindaco Olga Valeri hanno consegnato 54 premi a quanti hanno contribuito allo sviluppo economico e sociale del territorio

Apifarfalle
Le Apifarfalle

CARTOCETO – Cinquantaquattro piccoli trofei, liberamente ispirati all’Amorino bronzeo romano conservato nel Museo Oliveriano di Pesaro, sono stati consegnati dal presidente della Provincia Matteo Ricci e dal sindaco di Cartoceto Olga Valeri ai vincitori dell’VIII edizione del premio “Una provincia di Apifarfalle”, voluto dalla Provincia di Pesaro e Urbino per celebrare quanti si sono particolarmente distinti per le loro qualità umane e professionali, contribuendo allo sviluppo economico e sociale del territorio.
Nella cerimonia svoltasi nella sala del Convento dei Frati Agostiniani della Chiesa di Santa Maria del Soccorso di Cartoceto per la consegna dei 54 premi, il presidente Matteo Ricci ha valorizzato la cultura del fare e della solidarietà, in particolare in un momento di difficoltà come quello attuale. “L’Italia vera siete voi – ha detto ai premiati – e non quella che descrivono in giro per il mondo a causa della poca credibilità del nostro Paese. Come evidenzia il presidente della Repubblica Napolitano, serve una grande unità e la capacità di far prevalere il coraggio sulle paure”. Ha poi ricordato alcuni momenti drammatici anche per la nostra provincia, come il dopoguerra, l’emigrazione ed il terrorismo, dicendosi fiducioso sulla capacità del territorio di risollevarsi dalle difficoltà. Sull’esempio delle Apifarfalle, “laboriose, belle e al tempo stesso capaci di volare”.
A consegnare i premi erano presenti anche rappresentanti delle associazioni di categoria e sindacali, ordini professionali, enti locali, Camera di commercio, associazioni e istituzioni che hanno proposto le candidature.

Il padre di Raphael Gualazzi ritira il premio

Il padre di Raphael Gualazzi ritira il premio

Dei 54 premi assegnati, tre hanno riguardato la sezione “Giovani talenti”, mentre un “Premio speciale giovani talenti” è stato attribuito al musicista urbinate Raphael Gualazzi (vincitore del “Sanremo Giovani 2010”) e ritirato dal padre. Tutti i nomi e le motivazioni verranno inseriti, come ogni anno, nell’Albo d’onore dei premiati. 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>