Guerra aperta ai ladri di biciclette

di 

18 novembre 2011

Ceriscioli nella conferenza stampa settimanale annuncia le misure a favore della mobilità sostenibile: registro dei cicli ma non solo. Lavori su Orti Giulii e porto a buon punto

 

Luca Ceriscioli e Franco Arceci

Il sindaco Luca Ceriscioli e il suo portavoce Franco Arceci

PESARO – Pesaro va in bicicletta. La patria di Rossini, per la sua conformazione fisico-geografica, da sempre è girata in lungo e in largo a colpi di pedale. Ultimamente l’amministrazione comunale comunque ha intrapreso politiche che ne favoriscono un uso ancora più massiccio (piste ciclabili, servizio di bike sharing, eccetera), sia per ragioni di carattere ambientale che per favorire la salute del singolo. Il problema è che i cicli vanno a ruba… nel vero senso del termine.

 

BICI SCHEDATE

Io stesso, anni fa, sono stato interessato da un furto di bicicletta – ha detto il sindaco Luca Ceriscioli nel consueto incontro settimanale con la stampa locale – Poi recuperarono il mezzo davanti alla caserma, a testimoniare un furto d’uso effettuato da qualche militare dell’epoca. Questo per dire come il fenomeno non è di oggi ma è datato. Siccome noi lavoriamo sulla bicicletta a 360 gradi, da primavera prossima, accogliendo l’invito del questore Italo D’Angelo e grazie al lavoro degli assessori comunali competenti Andrea Biancani e Riccardo Pascucci, forniremo un codice di riconoscimento che sarà apposto sui mezzi dei pesaresi che lo vorranno“.

Nulla di obbligatorio, ma con una spesa modica – si parla di 10 euro che, grazie a una probabile convenzione col Comune, potranno arrivare a 8 – si potrà ottenere un’etichetta da attaccare sulla propria bicicletta, che così sarà registrata su un apposito registro gestito dall’ente e consultabile dalle forze dell’ordine. “Uno strumento per dissuadere i furti e far sì che i cittadini non comprino bici rubate – ha incalzato Ceriscioli – Si tratta di una sorta di ritorno all’antico, visto che in passato esisteva una catalogazione dei cicli, i quali erano addirittura dotati di apposito libretto“.

 

MA NON E’ FINITA QUA

Sull’esempio di altre città italiane, potremo mettere in pratica anche altre azioni legate alle politiche sulla bicicletta – ha rivelato il sindaco – Vedremo quali, però ci sono Comuni che prevedono, in ogni intervento standard pubblico, dei depositi di cicli nelle case. Si potrebbe poi aumentare il numero delle “rastrelliere” in città, oppure scegliere qualche bici civetta su cui installare dei sistemi di rilevamento Gps. Il Comune potrebbe fornire dei mezzi di cortesia temporanei in caso di furto, oppure stipulare convenzioni con le assicurazioni“.

 

TRA ICI E ORTI GIULII…

Ceriscioli ha parlato incidentalmente di altri due temi, uno a carattere nazionale e l’altro più prettamente locale. Così, sollecitato sul governo Monti che potrebbe reinserire l’Ici sulla prima casa, il sindaco di Pesaro ha detto: “Sono favorevole all’imposta, ma è inutile che la rimettano se poi ai Comuni vanno a tagliare altre risorse da altre parti. Il tema strategico è uno: l’evasione fiscale. In Italia ci sono tante tante persone che pagano le tasse in maniera esagerata perché ci sono molte persone che non le pagano. Negli Usa ci si vanta per le tasse pagate, da noi per quelle evase“.

Sugli Orti Giulii ha detto: “Mancano poche finiture: il montaggio degli infissi, la sistemazione della copertura e poco altro. In poche settimane – diciamo entro la fine di gennaio – il Comune finirà la parte di sua competenza per poi dar vita a un bando per l’assegnazione degli spazi. La gestione sarà di natura sociale, visto che non vedo in quel luogo splendido grande attrattiva dal punto di vista commerciale“.

 

… PORTO E MARCHE MULTISERVIZI

In chiusura di incontro, Ceriscioli ha rivelato che sono iniziati i lavori sul porto “che porteranno sabbia dorata sulle spiagge da ponente a levante“. Sulla nomina di Marco Domenicucci a presidente di Marche Multiservizi, il sindaco ha detto: “Una scelta che dimostra come la Provincia opti per dirigenti piuttosto che per politici (Domenicucci è direttore generale dell’ente di via Gramsci e continuerà a esserlo, ndr). Faccio a lui i migliori auguri“. Auguri anche dalla redazione di pu24.it.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>