Real, l’incubo continua: chi si presenterà fra 7 giorni a Chiaravalle?

di 

20 novembre 2011

REAL MONTECCHIO – FORTITUDO FABRIANO 0-1

REAL MONTECCHIO (3-4-3): Ponzoni; Ruggeri, Manzo, Magi; Carciani, Rexephi (25’ st Montanaro), Giovanelli, Urbani; Badioli (45’ st Mangoni), Giacomi, Campo. A disp.: Filippini, Talevi, Giavoli, Pacassoni, De Angelis. All. Tresoldi

F. FABRIANO (4-2-3-1): Porcarelli; Ruggeri, Lucarini, Mandolini, Colucci; Biocco, Moretti; Vincioni, Ciufoli, Rosetti; Jachetta. A disp.: Mezzanotte, Granci, Canulli, Latini, Giovannini, Cervigni, Conti. All. Polselli

ARBITRO: Rossetti di Ancona

MARCATORI: 28’ pt Jachetta (F)

NOTE: spettatori 100 circa. Ammoniti: Ruggeri (F), Mandolini (F). Angoli: 12-7. Recuperi: pt 0’, st 5’

 

Real Montecchio-Fossombrone, Massimo Campo

Massimo Campo (foto Giardini)

MONTECCHIO – E adesso aspettiamoci di tutto. Pure che a Chiaravalle, dove il Real dovrebbe andare domenica prossima, non si presenti nessuno.  Perché dopo aver informato i giocatori che a dicembre l’intera rosa sarà messa in svincolo, non è detto che da qui alla fine il campionato si finisca con la squadra Juniores. Il Real Montecchio, oggi ignorato dal pubblico e dall’imprenditoria locale nonostante annoveri in rosa quasi tutti giovani giocatori nostrani, potrebbe infatti decidere di non proseguire il campionato. Uno, perché le spese di gestione pur se ridotte all’osso restano comunque insostenibili e impraticabili per diversi motivi. Due, per non bruciare in un colpo solo due categorie giovanili: la Juniores, oggi seconda in classifica nel campionato regionale, che si ritroverebbe quasi in blocco dall’oggi al domani impegnata in un campionato difficilissimo come quello di Eccellenza e la formazione Allievi che, a scalare, ne dovrebbe prendere il posto. Le facce dei dirigenti montecchiesi, nel dopo partita di Real-Fabriano, match che ha consegnato al Real la sconfitta numero 11 su 13 partite di campionato, spiegava ogni cosa: se la scorsa estate erano ripartiti, lo avevano fatto perché qualcuno aveva promesso precisi aiuti. Aiuti che non sono mai arrivati. Di mezzo, ora, ne vanno anche i ragazzi del posto (una cinquantina, tra prima squadra, Juniores e Allievi) e la storia di una società che fino a tre anni fa non era mai retrocessa in 46 anni. Oggi, invece, rischia di sparire.

In questo contesto, passa quasi in secondo piano la sconfitta maturata allo Spadoni col Fabriano in uno scontro tra ultime della classe. La Fortitudo, pur senza fare cose disumante, ha vinto grazie a un gol del classe ’93 Jachetta,  elemento di grande prospettiva, e adesso torna a sperare in un aggancio alla terz’ultima posizione (quella valida per i playout) ai danni della Belvederese (sconfitta). L’amarezza, una volta di più, sta nel fatto che il Real, pur visibilmente con la testa altrove, ha pure avuto 2-3 occasioni per pareggiare: resta la convinzione che con un paio di rinforzi in difesa questo gruppo avrebbe potuto lottare tranquillamente per la salvezza diretta.

La cronaca: all’8’ Badioli-Giacomi-Campo, piatto docile del fantasista  da buona posizione. All’11’ Rosetti prova la sciabolata: palla a lato sul secondo palo. Minuto 13, il Real rischia grosso: Giovanelli, meno pimpante del solito, pressato da Moretti tocca la palla in area costringendo Ponzoni alla deviazione a fil di palo. Real bene all’inizio, poi 10 minuti di marca fabrianese, poi ancora Real con rapidi fraseggi a liberare Giacomi unica punta con Badioli e Campo alle spalle.

Al 23’ Ruggeri perde palla, Jachetta s’invola sulla sinistra ma conclude sulla rete esterna. E’ il preludio al gol che arriva 5′ dopo: Jachetta sfrutta una colossale dormita della retroguardia realista sulla trequarti, aggancia il pallone e s’invola da solo contro Ponzoni trafiggendolo con un rasoterra (0-1). Testa pesante, testa altrove: questo, oggi, è il Real. Perché tecnicamente non c’è nessuna differenza con la Fortitudo. Anzi. Al 35’ Rosetti stoppa bene a destra, converge e impegna Ponzoni incrociando sul primo palo: pallone in angolo. Al3 6’ Ponzoni su Jachetta salva nuovamente in uscita bassa. Al 42’ Rasoterra di Badioli: parata comoda. Al 45’ punizione di Campo a tagliare l’area: non ci arriva nessuno. Nella ripresa il Real parte con convinzione: al 2’ cross di Giovanelli, Campo in scivolata non arriva per un niente, Porcarelli tocca in angolo. Al 5’ Rosetti vince un contrasto, entra in area e battezza fuori di pochissimo un diagonale sul secondo palo. Il Real si dà una svegliata: al 6’ Campo ci prova dai 30 metri con fiondata improvvisa deviata in angolo, con un colpo di reni, da Porcarelli. Al 7’ Giacomi arriva di testa su angolo:  salvataggio di Ciufoli sulla linea. La fortuna, anche lei, non dà una mano ai biancorossi. All’8’ ci prova allora Ruggeri, di testa, su punizione di Campo: il cuoio esce a lato. La Fortitudo, ex squadra di Tresoldi, ci prova al 15’: Rosetti di testa, parabola befarda che Ponzoni devia in angolo. Al 21’ Ponzoni resta a terra dopo un frontale con Ciufoli. Lo stesso Ponzoni, al 28′, chiude lo specchio a Jachetta abile a infilarsi a sinistra. Al 29’ Badioli finisce giù a terra: timide proteste. Al 36’ Giacomi-Campo, uno due, Campo conclude alto. Buona occasione, peccato. Al 40’ ci prova Urbani: dopo l’ennesimo angolo per il Real calcia dal limite ma non trova la porta. Fine dei giochi.

gia.mur.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>