Tredicesime, Fidimpresa conferma i finanziamenti agli associati

di 

22 novembre 2011

PESARO – Né danno né beffa. Fidimpresa Marche conferma la disponibilità di un aiuto ai soci per pagare le tredicesime, le imposte ed i contributi previdenziali. Tutto grazie alla messa a disposizione di una linea di credito veloce fino a 15 mila euro, garantiti al 100 per cento dal Confidi Cna, che delibera la pratica, se ci sono tutti i requisiti richiesti.

L’opportunità, come appare chiaro dalla lettera inviata alle imprese,  non è estesa a tutte le imprese marchigiane ma soltanto a chi, tra i 20 mila soci, è iscritto a Fidimpresa da almeno un anno, con almeno un finanziamento garantito in regolare ammortamento o regolarmente estinto. Evidentemente, spiega Fidimpresa Marche, non è questa la condizione nella quale si trova l’imprenditrice Francesca Guernaccini della Paperline, azienda che a sua volta non risulta in alcun modo associata a Fidimpresa Marche. E come se un qualsiasi cittadino facesse spesa in un grande supermercato, non ne fosse socio, e presentandosi alla cassa pretendesse ugualmente gli sconti riservati ai soli associati.

“Far parte di un Confidi” precisa il presidente Fidimpresa Marche Alberto Barilari “è una libera scelta delle imprese, che non diventano un gruppo prescelto da Cna e Fidimpresa, ma imprese associate, che acquisiscono con l’iscrizione, la possibilità di usufruire delle opportunità offerte dal Confidi.”

Per tutte le altre imprese rimane la possibilità di accedere ai finanziamenti per pagare tredicesime, imposte e contributi, ma seguendo la procedura ordinaria, con richiesta alle banche, valutazione delle stesse e con garanzia di Fidimpresa Marche prestata al 50 per cento.

Quelle della Guernaccini nei confronti del Confidi della CNA ci paiono accuse infamanti, lesive e fuori da ogni logica.

Tra l’altro crediamo sia di dubbio gusto anche fare dell’ironia su “Babbo Natale” e sul dramma che tanti imprenditori e loro dipendenti stanno vivendo in questo periodo. Non ci sono presunti premi natalizi a questa o quell’azienda. In un momento gravissimo come quello che tante aziende stanno attraversando, Cna cerca di trovare soluzioni che possano aiutare concretamente le aziende, svolgendo con passione e impegno il proprio ruolo associativo (come del resto dimostrano le oltre 50 assemblee che si stanno tenendo in tutta la provincia in questi giorni proprio sul tema della crisi).

Per Confidi Cna non ci sono aziende di serie A o di serie B, ma solo aziende associate o meno. E, ci sia consentito, “aziende virtuose, che hanno sempre fatto il proprio dovere con i propri dipendenti e che magari in questo momento si trovano in crisi di liquidità. A queste imprese abbiamo dato e daremo sempre, per quanto nelle nostre possibilità, tutto il nostro convinto e appassionato appoggio”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>