PesaroFano, tre boccate di ossigeno nell’infrasettimanale

di 

24 novembre 2011

Al palaFiera i calciatori a 5 dell’Italservice tornano alla vittoria contro il Cus Chieti: 8-3 il finale

 

ITALSERVICE PESAROFANO – CUS CHIETI 8-3 (p.t. 4-0)
ITALSERVICE PESAROFANO: Cavanhi, Marino, Ditommaso, Sapinho, Fraccaro, Fabbroni, Bacaloni, Eusepi, Pizetta, Rafinha, Cesaroni, Dionisi. All. Marques
CUS CHIETI: Belli, Sigismondi, Mincone, Del Grosso, Desiderio, Cornacchia, Della Matrice, Di Muzio, Gialloreto, D’Alessandro, Colaprete, Ladisa. All. Frittella (Di Marco squalificato)
ARBITRI: Roberto Bocci (Grosseto) e Massimiliano Gulla (Siena), crono Mirko D’Angeli (Pesaro)
MARCATORI: 0’15” Cesaroni (PF), 3’25” Pizetta (PF), 7’04” Sapinho (PF), 15’03” Fraccaro (PF) del p.t.; 4’14” Sapinho (PF), 6’24” Della Matrice (CC), 6’27” Cornacchia (CC), 7’56” (aut.) Del Grosso (PF), 8’09” D’Alessandro (CC), 8’21” Rafinha (PF), 14’23” Sapinho (PF)
AMMONITI: Eusepi (PF), Della Matrice (CC)
NOTE: spettatori 70 circa

 

PesaroFano-Milano, Sapinho Zanatta

Sapinho Zanatta, autore di tre reti (foto Marco Giardini)

PESARO – Tre boccate d’aria purissima verso zone più tranquille. L’Italservice PesaroFano torna alla vittoria e lo fa con autorevolezza, battendo 8-3 il Cus Chieti nel turno infrasettimanale valido per la nona giornata di A2 girone A.

L’inizio di contesa dei ragazzi di Gilbert Marques è convincente che più convincente non si può. Prima azione del Cus Chieti interrotta, l’enfant prodige Paolo Cesaroni si sciroppa tutto il campo e, di fronte a Belli, lo fredda con una puntata all’angolino (1-0). Il pallino è costantemente dei pesaro-fanesi che, dopo un paio di tiri usciti di poco, raddoppiano. Merito di Eriel Pizetta, che dalla lunga toglie le ragnatele al sette di destra con un tiro di rara potenza e precisione: 2-0.

Nelle rotazioni di Marques entra anche Nelson Fraccaro. D’altronde la coperta è corta e, alle assenze ormai di lunga data di Cesar e Pinguim, si aggiunge all’ultimo momento anche Luca Bruscolini, oltre a Guinho che è squalificato. Ciononostante i locali continuano a macinare gioco. Punizione di Sapinho? Palla ancora nel sette di destra: 3-0 e palla al centro.

Per poco Ditommaso non fa poker, ma al di là del risultato la superiorità del PesaroFano è palese, testimoniata anche dai 5 falli che gli abruzzesi sono costretti a spendere in 10 minuti scarsi di gioco. Il Cus si fa pericoloso solo con una punizione di Gialloreto murata in angolo da Sapinho. Una meraviglia di Pizetta chiama il portiere avversario al grande riflesso, sulla ribattuta si avventa Fraccaro che manda fuori. Stessa cosa vale per Ditommaso, che ben imbeccato da Rafinha non inquadra il bersaglio.

Una triangolazione Pizetta-Sapinho-Pizetta innesca Fraccaro spalle alla porta: stop e girata perfetta per servire il poker. Il tempo si chiude con un palo di Pizetta, che poi chiama alla deviazione il portiere degli abruzzesi.

Dopo il riposo Cavanhi vola come un gattone sul gran destro di Cornacchia. Sul ribaltamento di fronte, o giù di lì, Pizetta coglie l’incrocio dei pali. Di lì a poco l’Italservice comunque segna ancora. Merito di Sapinho Zanatta, che gonfia la rete con un pallone recuperato da Cesaroni. Fraccaro per poco non chiude il set, così arriva il primo punto Cus siglato da Della Matrice. Nemmeno il tempo di rimettere la palla al centro del campo che i teatini accorciano ancora. Stavolta ad esultare è il capitano Cornacchia, per un 5-2 che rigenera il morale degli ospiti.

Ma è solo un attimo perché il PesaroFano va ancora a segno grazie a una sfortunata deviazione nella propria porta di Del Grosso, su cross rasoterra dal fondo di Pizetta. Palla al centro e il Chieti segna ancora. Stavolta a superare Cavanhi è D’Alessandro, per il 6-3 parziale quando alla fine manca ancora un quarto di contesa.

Il secondo tempo è ben più equilibrato della prima frazione. Gli abruzzesi giocano meglio, ma è anche vero che mister Marques può alternare solamente sette uomini che alla lunga, inevitabilmente, calano. Ditommaso comunque ha la chance di entrare a referto, tra i marcatori di giornata, ma eccede di altruismo davanti al portiere avversario e l’azione sfuma. Il capitano dei biancorossi-granata, ieri in maglia azzurra, si rifà con gli interessi, innescando Rafinha per il 7-3 parziale. Un gran lavoro di Cesaroni innesca la terza rete di serata di Sapinho Zanatta (8-3).

Nel finale mister Marques dà spazio ad Andrea Eusepi, Marco Fabbroni, Pasquale Marino e Rudy Bacaloni, giovani italiani che sono parte integrante di una squadra under 21 fortissima. Un palo del teatino Cornacchia chiude i giochi. Finisce 8-3 per l’Italservice che coglie tre punti importantissimi anche se in formazione rimaneggiata. Ulteriori info su www.pesarofano.it.

Un commento to “PesaroFano, tre boccate di ossigeno nell’infrasettimanale”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>