Cassintegrati lavorano in nero: denunciati imprenditore e 17 operai

di 

25 novembre 2011

La Guardia di finanza ha scoperto una truffa allo Stato per migliaia di euro

 

Guardia di Finanza

PESARO – Cassintegrati per lo Stato, continuavano a lavorare in nero. E’ successo in una azienda manifatturiera dell’entroterra pesarese, dove la Guardia di finanza ha denunciato per truffa aggravata ai danni dell’Inps un imprenditore nativo di Urbino e 17 operai, tutti suoi dipendenti.

I militari del nucleo di polizia tributaria delle fiamme gialle di Pesaro avrebbero accertato che, per gli anni 2009 e 2010, l’azienda in questione ha omesso di contabilizzare oltre 2.000 ore lavorative – quantificate come retribuzioni acquisite per un imponibile non contabilizzato pari a migliaia e migliaia di euro – prestate “in nero” da parte di operai cassintegrati a zero ore ovvero come straordinario “fuori busta” da parte di operai che non fruivano di ammortizzatori sociali.

L’imprenditore in questione dovrà rispondere di sanzioni di carattere amministrativo ai fini previdenziali ed assistenziali nonché fiscali per l’omessa contabilizzazione e dichiarazione di ricavi. Inoltre, in caso di condanna, rischia la reclusione fino a sei anni, unitamente ai 17 operai.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>