21-27 novembre

di 

28 novembre 2011

LACRIME – Quelle sparse per Giuseppe Panico, per anni sindaco di Cantiano e consigliere provinciale, e per Giorgio Gabellini, il signore delle auto. Il cordoglio delle autorità e di tante persone comuni per la scomparsa di due persone che, in campi diversi, hanno lasciato il segno.

OSTAGGI – Non saremo nel Bronx ma purtroppo succede anche da noi. A Calcinelli sette persone sono state tenute sequestrate per oltre un’ora in una filiale della Banca Marche. I due rapinatori, forse non armati ma sicuramente col volto travisato, hanno tenuto in ostaggio cinque dipendenti dell’istituto di credito e due clienti fino a che non si è aperta la cassaforte. Il colpo è fruttato 50.000 euro. Aiuto.

STOP – Lo ha detto Confcommercio alle trattative per il rinnovo del contratto integrativo dei lavoratori del turismo. La decisione nasce dalla contrarietà alla presa di posizione dei sindacati pro-Tassa di soggiorno.

CASSINTEGRATI – Ce ne sono a migliaia nella nostra provincia. Il problema è che la Guardia di finanza ha scoperto che alcuni lo erano solo formalmente. Un imprenditore nel settore del mobile faceva beneficiare 17 suoi operai dell’ammortizzatore sociale, salvo poi farli continuare a lavorare, sottoponendoli anche a ore di straordinario, pagandoli in nero. Tutti denunciati i 18 “furbetti”. Ma se la loro identità non fosse tenuta rigorosamente nascosta, non potrebbero essere da monito per eventuali emuli?

BRONZI – Il Consiglio di Stato ha annullato la sentenza del 2008. Sorridono la Provincia e il Comune di Ancona, insorgono quella di Pesaro e Urbino e l’amministrazione comunale pergolese. Entro quattro mesi gli enti interessati “dovranno dovranno lealmente collaborare, al fine di individuare una soluzione allocativa, in coerenza con quanto previsto nell’accordo del 27 luglio 2001”. Pericolo spostamento anconetano più che reale.

DRAMMI – Giorni tragici. Cinque persone hanno perso la vita all’improvviso, in maledettissimi incidenti stradali materializzatisi sulle strade del nostro territorio. La serie di tragedie è iniziata con Gianluca Galli, cagliese strappato alla vita a 33 anni dopo lo schianto dell’auto dell’amico, con cui tornava dalla discoteca Masai, contro un bobcat parcheggiato sul ciglio della strada. E’ stata poi la volta di Fabrizio Gnucci, imprenditore apecchiese colpito da malore (lo ha stabilito l’autopsia) il giorno del suo 52esimo compleanno. E poi ancora Renzo Salvadori, 64 anni, antennista residente a Piandimeleto rimasto schiacciato, giovedì, a Peglio dal pick up con cui si stava recando al lavoro assieme a due colleghi. La sera prima, cioè mercoledì, se n’era andato Ivan Guerra, 21enne pesarese di Santa Maria dell’Arzilla, calciatore e capo scout, finito fuori strada tra Mombaroccio e Monteciccardo alla guida della sua Citroen C3 con cui stava raggiungendo dalla fidanzata Melanie. E poi sabato notte se è stato strappato alla vita Paolo Artigiani, 47enne di Percozzone di Pergola morto nello schianto della sua Clio contro una cancellata. Basta.

KO – Percorso netto per le principali squadre sportive della città di Pesaro… all’inverso. La Vis Pesaro ha perso in casa con l’Isernia, rimediando la seconda sconfitta consecutiva dopo l’1-4 di Riccione, la Scavolini volley ancora una volta non ha conquistato nemmeno un set, la Scavo Siviglia basket è stata azzannata dai lupi irpini dell’Air Avellino. In controtendenza solo il calcio a 5, con l’Italservice PesaroFano vittorioso sia nell’infrasettimanale casalinga (8-3 al Cus Chieti) che nella trasferta sarda di sabato (6-2 nella tana della cagliaritana Domus Chia). Il rugby riposava. Per le altre urge reagire.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>