Mattioli: “Sulla Caserma Paolini il Pd difetta in comunicazione interna”

di 

30 novembre 2011

di Giacomo Mattioli*

Mattioli Giacomo

Giacomo Mattioli

FANO – “In merito alla richiesta dei Consiglieri del Pd di convocare la Commissione Urbanistica sull’ex caserma Paolini assicuro certamente la mia disponibilità a svolgere la riunione richiesta, ma sono stupito sia dai tempi che dai modi utilizzati. Ecco perchè.

Innanzitutto il PD si affretta a inviare comunicati stampa, ma il sottoscritto non ha ricevuto da parte loro né una lettera, né un’e-mail né una semplice telefonata; e dire che ieri siamo stati 4 ore in Consiglio Comunale tutti insieme. Nel merito: sentiti gli uffici competenti, mi risulta che ad oggi sia stato svolto un solo incontro tra la Provincia di Pesaro e il Comune di Fano in data 30/09/11 durante il quale è stato consegnato all’Assessore Provinciale Galuzzi un progetto di massima; da quel giorno il Comune di Fano è ancora in attesa di un parere preventivo da parte della Provincia.

È tuttavia impensabile che almeno uno dei Consiglieri PD firmatari della richiesta non ne sia a conoscenza: sto parlando ovviamente del Consigliere Minardi, che come un novello Dottor Jekyll e Mister Hyde veste anche i panni di Assessore Provinciale ma sembra che quando esercita un ruolo si dimentichi completamente ciò che attiene all’altro ruolo.

Tra l’altro, nel PD ci sono più persone che, a vario titolo, si stanno occupando dell’ex caserma Paolini: l’Onorevole Vannucci, che nei mesi scorsi ha più volte assicurato che sarebbe stata trasferita a titolo gratuito dallo Stato al Comune di Fano; l’Assessore Provinciale Galuzzi, che dal 30/09 è in possesso di un progetto di massima sul quale però non si è ancora espresso; l’Assessore Provinciale e Consigliere Comunale Minardi, che dovrebbe essere a conoscenza di quel progetto ma chiede ad altri di sapere cosa sta facendo la Provincia, che lui stesso amministra.

Questa è la prova che il PD difetta molto in comunicazione interna, dato che evidentemente tutte queste persone non lavorano in maniera organica, e forse hanno bisogno di una “operazione trasparenza”: se alcune figure ricoprissero un solo ruolo, magari i risultati sarebbero migliori.

Ma anche in quanto a comunicazione esterna le cose non sono tanto diverse: invece di strumentalizzare sempre le questioni creando allarmismo tra la gente, sarebbe preferibile che il PD lavorasse in modo più costruttivo e collaborativo per la città, visto che in molti casi le decisioni dipendono dai loro rappresentanti ai livelli superiori.

* Capogruppo “La Tua Fano”, Presidente Commissione Urbanistica-Ambiente

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>