Basket, il trionfo di Puntirons’s e dell’Ape Andrea

di 

1 dicembre 2011

Scavolini Siviglia-Treviso, Ape Andrea

Ape Andrea al lavoro (foto Giardini)

MAROTTA – La bella serata benefica si è conclusa al Ristorante Puntiron’s, in Viale Cristoforo Colombo, dove si sono ritrovate Scavolini Siviglia e Fileni Jesi. Polenta al sugo di pesce, paccheri, gamberoni al sale, spiedini, sorbetto e panettone, in una bella atmosfera. Un trionfo per chi ama mangiare bene.

A fare gli onori di casa, il presidente del comitato locale della Croce Rossa Italiana, Luciano Seri, tifosissimo di basket, e il presidente della Vuelle, il marottese Franco Del Moro. I due hanno fatto tante trasferte al seguito dei biancorossi, dalle Final Four di Eurolega a Parigi Bercy alla finale di Coppa Korac a Badalona. Al loro tavolo anche Sauro Bianchetti, l’imprenditore di Marotta che dalla scorsa stagione ha legato il suo famoso marchio – Siviglia – alla squadra pesarese.

Davvero una bella serata, di quelle che fanno bene al basket, in mezzo a tanti sinceri appassionati che non hanno la puzza al naso, che sostengono con calore i propri beniamini. A fine gara, come abbiamo anticipato in sede di cronaca, il parquet è stato preso d’assalto da bambini e genitori che hanno circondato con tanto affetto i giocatori. I biancorossi si sono sottoposti con piacere al rito degli autografi e delle fotografie. Vedere White sorridere tenendo in braccio un bambino in tenera età. Molto richiesto Marco Cusin, che White chiama ponendo l’accento sulla u. Chissà cosa sarebbe successo a Daniel Hackett se la febbre non l’avesse obbligato restare a casa…

Il più gettonato, però, è stato l’Ape Andrea, l’ultimo a lasciare il parquet e gli spogliatoi del palazzetto dello sport. I bambini lo hanno assediato fino all’ultimo. Andrea è stato fantastico, una volta di più. La mascotte della Vuelle è un personaggio che fa bene al basket e allo sport. Non a caso è richiesto ovunque, anche se rischia di farsi male alle gambe ogni volta che i suoi giovanissimi fans gli chiedono di fare la capriola.

L.M.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>