Di Domenico attacca Ippaso: “Prima mediti e poi si dimetta”

di 

1 dicembre 2011

PESARO – Dal consigliere comunale Alessandro Di Domenico riceviamo – e pubblichiamo – il seguente comunicato in cui attacca il compagno di partito Davide Ippaso che ha firmato a favore del nuovo regolamento sull’occupazione delle aree pubbliche.

 

Alessandro Di Domenico

Il consigliere Pdl Alessandro Di Domenico

Ippaso ha tutte le sue buone ragioni per dimostrare che la sua scelta di votare favorevolmente il nuovo allegato al regolamento sull’occupazione delle aree pubbliche, è stata una decisione per lui corretta, visto il parere favorevole della sua associazione.

Ippaso avrebbe tutte le buone ragioni per dimettersi dal Gruppo Consigliere del Pdl, tenuto conto che, oltre ad aver garantito il numero legale alla maggioranza, l’ha votata favorevolmente e ha fatto approvare la delibera stessa.

Ippaso non può spostare il tiro della discussione sul piano tecnico o di valutazioni d’intenzione della delibera stessa.

Ippaso deve valutare l’accaduto solo dal punto di vista puramente politico e non tecnico. E’ evidente che aver disatteso la scelta del gruppo di uscire dall’aula, perché la stessa maggioranza non aveva il numero legale, lo pone di fronte ad una sua responsabilità che non può che non avere una sola conseguenza, le sue dimissioni dal gruppo Pdl.

Non lo dico con senso di gravità, credo sia un senso di responsabilità che gli farebbe solo onore.

Purtroppo, nell’attività politica, si confondono troppo spesso ruoli e compiti che si svolgono nella vita quotidiana e questo è un grave errore.

Poi se l’attività politica è svolta all’interno di una forza di opposizione, questa confusione assume connotati grotteschi, così come è accaduto a Ippaso.

Paradossalmente se Ippaso fosse stato in un gruppo consigliare da solo, anche di opposizione, nessuno gli avrebbe mosso alcuna obiezione, al massimo ci avrebbe pensato il partito, ma andando contro tutto e contro tutti, e solo a vantaggio della maggioranza, è evidente che forse era nella sua volontà di non volersi più identificare nel Pdl. Infatti, votando a favore, potendosi anche astenere, ha certificato il suo distacco definitivo dal gruppo.

Questa vicenda ci porta a ricordare fatti recenti accaduti a Roma e possiamo tranquillamente affermare che è proprio vero che: di onorevoli Scilipoti ce ne sono da tutte le parti“. Alessandro Di Domenico, consigliere comunale Pdl.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>