Scuola per l’imprenditoria e la dirigenza, una opportunità firmata Confart

di 

1 dicembre 2011

Confartigianato Imprese PU offre un’ opportunità a imprenditori, artigiani e giovani con la S.I.D., Scuola per l’Imprenditorialità e la Dirigenza

Tesi Sid

Tesi Sid

PESARO – Si è conclusa venerdì 25 novembre a Urbino, con la consegna e la discussione delle tesi,  la seconda edizione della S.I.D., la “Scuola per l’Imprenditorialità e la Dirigenza”  per l’artigianato e la piccola impresa di Confartigianato Imprese Pesaro e Urbino, in convenzione e collaborazione con l’Università “Carlo Bo” di Urbino.

Sono otto gli imprenditori diplomati quest’anno: Cristiano Bastianelli della Music Tools Snc di Bastianelli Cristiano & C, Cristiano Biagiotti della Biagiotti Impianti di Biagiotti Eraldo e Cristiano, Altedo Cresti di Copam Metall Srl, Alessandro Fulgini della Arredoclassic Srl, Daniele Nicolini di A. S. Tecnologie di Sicurezza Snc di Nicolini P. e Albonetti S., Francesca Remedia di Bucarini Roberto & C. Snc, Giovanni Righi di Righi Piero Giovanni Impresa Movimento terra e infine Marco Salvoni di Esseti Cornici Srl.

Sette uomini e una donna, giovani e non, che hanno ritagliato il loro tempo dal lavoro quotidiano, frequentando le lezioni per un biennio durante il quale hanno approfondito materie riguardanti il marketing, il management, le reti e la cultura d’impresa, l’economia  e il ruolo della rappresentanza, con l’intento di specializzarsi e conseguire conoscenze più approfondite per contrastare il difficile momento economico che stiamo vivendo.

Gli otto imprenditori che hanno scelto di concludere il percorso formativo con la preparazione e la discussione della tesi sulla propria impresa sono stati affiancati dalla tutor senior della S.I.D., la dr.ssa Emanuela Conti e  hanno avuto l’opportunità unica di vivere un’esperienza indimenticabile grazie al team della S.I.D. e alla loro volontà di  analizzare la propria attività, approfondendo mercati, organizzazione, rapporto con le banche e con i vari contesti, l’internazionalizzazione, le reti, con il supporto dei docenti che Confartigianato ha coinvolto nel progetto della Scuola.

Il corso ha visto infatti la partecipazione dei massimi esperti in Italia sulle tematiche più strategiche per la vita dell’impresa e per la consapevolezza dell’imprenditore, come il prof. Tonino Pencarelli, il prof. Massimo Ciambotti, il prof. Giancarlo Ferrero e la prof. Francesca Cesaroni dell’Università di Urbino, il prof. Enzo Rullani della Venice International University, il prof. Lucio Poma dell’Università di Ferrara, il prof. Mauro Magatti dell’Università Cattolica di Milano, il prof. Paolo Feltrin dell’Università di Trieste e il prof. Paolo Preti dell’Università Bocconi di Milano. Tutti hanno trasmesso generosamente le loro conoscenze teoriche ai partecipanti integrando le lezioni con analisi di casi aziendali, di bilanci e problematiche prese dalla realtà e confrontate in aula.

Una buona opportunità per crescere culturalmente come imprenditori e come persone anche per coloro che hanno iniziato direttamente a lavorare .

A breve partirà il secondo anno della terza edizione, che concluderà il terzo ciclo biennale. Sempre nel 2012 è già in calendario l’avvio del primo anno della quarta edizione della S.I.D., rivisitata con delle novità nella formula che, usufruendo del finanziamento della Camera di Commercio di Pesaro e Urbino, richiede ai partecipanti soltanto un costo di iscrizione.

Sono ancora disponibili alcuni posti, per informazioni rivolgersi in  Confartigianato PU a Silvana Della Fornace, referente del progetto S.I.D.: silvana.dellafornace@confartps.it  tel. 0721/497447 o alla segreteria del Comitato Direttivo della Scuola al numero:  0721/437209 – 437 215 o segreteriaconfartps.it.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>