“I pesaresi sono soddisfatti degli asili”. E Pagnini diventa sindaco

di 

2 dicembre 2011

L’assessore Marco Signoretti rivendica la qualità del servizio offerto. Il sindaco cederà la fascia tricolore per un giorno al “cantore delle nostre radici

Signoretti Ceriscioli Arceci

Il sindaco Luca Ceriscioli tra l'assessore Marco Signoretti (a sinistra) e il portavoce Franco Arceci (a destra)

PESARO – Ricco di contenuti il settimanale incontro con la stampa del sindaco di Pesaro Luca Ceriscioli, oggi affiancato dall’assessore ai servizi educativi Marco Signoretti.

E’ stato annunciato che il Comune di Pesaro ha raggiunto l’obiettivo fissato dal Consiglio europeo di Lisbona del 2000 in materia di asili nido. L’Europa chiede che nei nidi siano disponibili posti per almeno il 33% dei bambini tra 0 e 3 anni. In Italia la percentuale è circa del 12%, Pesaro invece ha superato quota 34%. E l’assessore Signoretti è soddisfatto non solo per il risultato raggiunto ma anche per la qualità del servizio offerto. “Il nostro è un modo molto concreto di fare politiche per la famiglia perché andiamo incontro alle reali esigenze dei genitori pesaresi – ha spiegato l’assessore Marco Signorettie la qualità è altissima perché proprio qualche giorno fa ho incontrato i presidenti dei comitati di gestione degli asili e tutti sono soddisfatti del servizio offerto. Segno che il sistema, in tutte le sue componenti, funziona“.

Si è parlato poi di fogne, perché la prossima settimana prenderà il via il completamento dei lavori di sdoppiamento della rete fognaria a Soria. L’importo del progetto è di 490.000 euro e la durata complessiva sarà di circa cinque mesi. I lavori interesseranno fino a marzo i residenti di Via Rigoni, poi passeranno in Via Lucio Accio, Via Valazzi e finiranno in Via per Soria.

Infine, il primo cittadino di Pesaro ha annunciato con un sorriso che per un giorno cederà la sua fascia tricolore. In un periodo di governo tecnico, mercoledì 21 dicembre anche Pesaro avrà un “sindaco tecnico”: Carlo Pagnini. “Lo fece Roma con Alberto Sordi – spiega Luca Cerisciolie noi abbiamo pensato di dare questo riconoscimento a Carlo Pagnini. E’ un bel modo per riconoscersi in caratteri identitari in chi è proprio il rappresentate assoluto della storia, della tradizione e di Pasqualon di cui Pagnini è spesso cantore. La città avrà modo così di riconoscersi nelle proprie radici“.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>