A Candelara… ogni cosa è illuminata

di 

5 dicembre 2011

Candele a Candelara 2009 29

CANDELARA – L’associazione Turistica “Pro Loco Candelara” organizza l’ottava edizione di “Candele a Candelara” che si svolgerà ancora nei giorni 8, 9, 10, 11 dicembre 2011. Ad incrementare il già ricco palinsesto del tradizionale mercato artigianale delle candele, quest’anno i visitatori potranno ammirare presso la “Sala dell’orologio” la mostra intitolata “Ogni cosa è illuminata”. Le opere esposte sono il frutto del primo concorso fotografico curato da Sandra Tassi e Marco Sénsoli.

Il titolo “Ogni cosa è illuminata” rimanda a quello dell’omonimo romanzo dell’autore americano Jonathan Safran Foer. È una sollecitazione suggestiva che porta ad evocare immediatamente vivide immagini, in primo luogo della nostra esperienza condivisa, di quello che costituisce l’immaginario collettivo: l’alternarsi della luce del giorno con il buio della notte, una candela accesa, una finestra aperta al sole o socchiusa nella penombra, sono divenuti archetipi di una condizione esistenziale che si dibatte tra chiaro e scuro, tra positivo e negativo. E a seguire la realtà e il sogno vanno dilatandosi in direzione personale, penetrando nella storia di ciascuno, nel suo immaginario individuale.

In fotografia, l’illuminazione è culturalmente codificata. La direzione di una luce ha un significato – come per esempio la << luce dall’alto>>, retaggio dell’arte cristiana, può indicare una presenza dall’altro mondo o un’innocenza angelica-.  Spostando la luce <<dietro alla testa>> possiamo ottenere un’atmosfera luminosa “glamour”, mentre usando la luce << dal basso>>, dal pavimento o mettendo una fonte luminosa sotto il mento, possiamo ottenere l’immagine di un volto “diabolicamente ombroso”.

Nell’intenzione di questo concorso, la LUCE non viene considerata né in quanto “ingrediente” della fotografia, né come valore aggiunto nell’“effetto” della composizione dell’immagine. Si è chiesto piuttosto ai partecipanti di considerare la LUCE COME PROTAGONISTA, come oggetto dello scatto, quasi a richiedere alle fotografie di restituire valore e considerazione ad un soggetto della vita quotidiana.

Proponendo questa inusuale prospettiva gli organizzatori intendevano assegnare al concorso, per la sua coerenza tematica più che artistica, un ruolo non marginale all’interno delle manifestazioni di Candelara in occasione della Festa delle Luci: la fotografia, come le arti figurative o l’espressione letteraria, si incontrano qui con la leggenda popolare, e poi con la creazione e la fantasia della manipolazione della cera, con i manufatti artigianali, con la tradizione gastronomica locale.

La mostra “Ogni cosa è illuminata” sarà visitabile i giorni 3, 4, 8, 9, 10, 11 dicembre 2011, durante l’orario del mercatino dalle 10 alle 22. Ulteriori informazioni si possono avere consultando il nostro sito web: www.candelara.com.

Pierpaolo Diotalevi
(Presidente)

Piergiorgio Pietrelli

(Direttore artistico)

Lorenzo Fattori
(Curatore progetto “CandelarArte”)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>