E’ nato il Fronte di Azione popolare della nostra provincia

di 

6 dicembre 2011

Molto partecipata l’assemblea costituente tenutasi al Furlo di una forza politica che vuol essere trasversale

 

Fronte di azione popolare assemblea costituente 1

Un momento della Costituente del Fronte di azione popolare

FURLO – Soddisfazione. E’ quella che alberga nei fondatori del Fronte di azione popolare di Pesaro e Urbino che sabato scorso, al Furlo, s’è riunito per l’assemblea costituente. Tante le persone che hanno presenziato al battesimo del nuovo movimento politica da ogni parte della provincia. Tutti per il meeting di una giornata intera all’interno del quale si sono analizzati programmi e finalità della neonata forza politica.

La principale intenzione del movimento è quella di creare un progetto per il territorio che esca dagli schemi obsoleti degli schieramenti politici: lo conferma la presenza di persone appartenenti a qualsiasi casta politica o alla prima esperienza assoluta. Questa è la grande novità di un fronte popolare che vuole unire intenzioni, cittadini e territorio anziché dividerli come troppo spesso accade al giorno d’oggi.

Presidente del “Fronte di Azione Popolare Pesaro Urbino” è stato eletto all’unanimità Giacomo Rossi, ex candidato alla presidenza della Provincia, che non nasconde la sua soddisfazione, esortando tutti a “partecipare per riprendersi il territorio. Ci vuole coraggio: uniti si può fare”.

Altro fondatore del movimento è Mauro Renzi, attuale assessore nel Comune di Pergola, che afferma: “La trasversalità è la nostra vera forza. Siamo slegati da ogni lobby politica e ripartendo dal basso faremo una politica veramente popolare combattendo la diffusa disaffezione che c’è in molti cittadini”.

Fronte di azione popolare assemblea costituente 2

Tanta gente per far vita al nuovo movimento politico

Le tematiche trattate sono state molteplici, chiare e attuali, e il Fronte ha già tracciato le sue prime linee di pensiero: no all’ospedale unico e all’attuale piano socio-sanitario, sì al ripristino della tratta ferroviaria Fano-Urbino e no alla tassa di soggiorno. Inoltre sono stati individuati dei punti cardine come il sostegno all’agricoltura e alle imprese nostrane nonché ai comitati ambientalisti e ad una diversa gestione del servizio idrico.

Presenti all’assemblea di sabato anche il consigliere regionale autonomo Enzo Marangoni, l’ex assessore a Fermignano Alessandro Capucci e il legale del movimento nonché coordinatore dei lavori Andrea Reginelli. Tutti hanno speso parole di elogio per il neonato movimento e per la sua voglia di cambiare il modo di fare politica nel nostro territorio.

A breve ci sarà un nuovo incontro che servirà ad allargare il consiglio direttivo. Per info il sito è www.azionepopolare.pu.it.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>