Volley, per la Scavolini 4 partite in 6 giorni

di 

9 dicembre 2011

VOLLEY, PER LA SCAVOLINI 4 PARTITE IN 6 GIORNI

Scavolini Pesaro-Chateau d'Ax Urbino, Serena Ortolani

Serena Ortolani (foto Giardini)

PESARO – Tornata da Belgrado all’ora di pranzo di giovedì, la Scavolini ha goduto di un pomeriggio di riposo, ma già stamattina è tornata al lavoro. Dalle ore 9,30, divise in gruppi, le colibrì si sono allenate al Palasnoopy; nel pomeriggio, tre ore di impegno al PalaCampanara. Luciano Pedullà conferma di essere un “topo di palestra”, la sua parola d’ordine è “lavoro, lavoro e ancora lavoro”. L’impegno del coach piemontese è notevole, conscio che solo la palestra può correggere i difetti e migliorare i pregi, individuali e collettivi. E non potrebbe essere altrimenti, vista la brevità della stagione olimpica, gli impegni della Nazionale e le beghe legali che hanno provocato qualche difficoltà al calendario. Non a caso, la Scavolini si accinge a vivere una vero e proprio soggiorno al PalaCampanara. Ci fossero i letti, le ragazze potrebbero fermarsi lì da domenica pomeriggio a sabato 17 dicembre.

Infatti, Ferretti e compagne saranno impegnate in quattro partite casalinghe in sei giorni. Si comincia domenica, alle ore 16, contro la Riso Scotti Pavia, nella partita valida per l’ottava giornata di campionato. Il calendario così intenso avrebbe indotto a giocare sabato sera, ma così non è stato. E allora, si anticipa alle ore 16 per evitare la concomitanza con il derby del basket marchigiano tra Scavolini Siviglia e Fabi Shoes Montegranaro. Contro le lombarde, che hanno 1 punto, la Scavolini ha una doppia chance: vincere la prima partita in campionato e abbandonare l’ultimo posto in classifica.

Giusto il tempo di una pizza serale, sperando di non dovere mangiare Riso Scotti, che già lunedì sarà di nuovo palestra per preparare il recupero della partita valida per la prima giornata di campionato, non disputata per il ricorso di Forlì avverso al ripescaggio della Rebecchi Nordmeccanica Piacenza. Sarà quindi la squadra allenata dagli ex pesaresi Marchesi e Solforati a presentarsi martedì sera (ore 20,30) a Campanara, dove si tornerà meno di 24 ore dopo la conclusione della gara del campionato italiano, giovedì 15 alle ore 20,30, per affrontare la Fakro Muszyna, nella terza di andata del Girone E di Champions League.

Dopo la sfida al vertice (pesaresi prime con 6 punti, polacche seconde con 5), sempre con meno di 48 ore di intervallo, di nuovo sul taraflex del quartiere fieristico, dove sabato 17 (ore 20,30) saranno di scena le campionesse italiane della Norda Foppapedretti Bergamo, a loro volta impegnate in Champions League. Piccinini e compagne potranno godere di un giorno di intervallo in più, che non sarà un vero e proprio riposo perché mercoledì sera Bergamo giocherà a Baku, ospite dell’Azerrail di Sara Anzanello. Insomma, non sarà una trasferta agevole per le ragazze del marottese Mazzanti.

L.M.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>