Scuole, Morani replica ad Aguzzi: “Abbiamo rimesso ordine nel caos cittadino creato da un piano non condiviso”

di 

10 dicembre 2011

L’assessore provinciale alla Pubblica istruzione evidenzia come nel documento fanese mancassero i piani di fattibilità, finanziario ed edilizio. “Per questo abbiamo espresso parere non favorevole”

 
Alessia Morani

L'assessore Alessia Morani

FANO – L’assessore alla Pubblica istruzione della Provincia di Pesaro e Urbino, Alessia Morani, replica alle dichiarazioni del sindaco di Fano Stefano Aguzzi sul dimensionamento scolastico, apparse oggi sulla stampa:

“Sul piano di dimensionamento scolastico di Fano la Provincia ha svolto un ruolo di mediazione fin dal principio ed ha continuato a svolgerlo chiedendo alla Regione Marche un rinvio proprio per consentire all’amministrazione comunale di riaprire il confronto con il comitato ‘Insieme per la scuola’, composto da genitori e insegnanti di diverse scuole fanesi. La Provincia ha rilevato le carenze dell’atto, che consistono nella mancanza dei piani di fattibilità, finanziario ed edilizio. Questa è la motivazione per cui è stato espresso un parere non favorevole. Con il rinvio, l’organizzazione delle scuole fanesi rimane invariata e le famiglie potranno iscrivere i bambini per il prossimo anno scolastico negli istituti che oggi fanno parte della rete delle scuole cittadine. Al sindaco Aguzzi, che ci accusa di aver fatto confusione, rispondo dicendo che, al contrario, noi abbiamo rimesso ordine nel caos cittadino creato da un piano di dimensionamento non condiviso ed osteggiato dalla popolazione. Invece di polemizzare con la Provincia, lo invito ad aprire il confronto con la cittadinanza per arrivare ad una soluzione condivisa e definitiva”.  
 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>