Urbino, Fano e Pesaro: New Tribes, le storie che emozionano

di 

12 dicembre 2011

Oggi a Urbino, domani a Fano e mercoledì a Pesaro l’incontro conclusivo che vedrà protagonisti gli studenti delle superiori della provincia

 

Urbino

Uno scorcio di Urbino

PESARO – Kristel Marcarini, la campionessa di sci di Clusone morta a 19 anni per una pastiglia di ecstasy; Stefania Vanini di Domodossola, guarita da una rarissima malattia solo grazie alla sua tenacia da una sostanza che potesse salvarle la vita. Ed ancora quella dell’antropologa di Reggio Emilia Agnese Sartori, vissuta nell’ultimo villaggio Maya nella foresta del Chapas nel sud del Messico in un villaggio spazzato via dalle compagnie petrolifere. Storie segnate dalla tragedia ma anche dalla rinascita raccontate ai ragazzi delle scuole medie superiori della provincia con un format diverso, quello del racconto e della testimonianze. Tra giornalismo e teatro si muove infatti New Tribes “nuove tribù”, è il progetto targato Asur di Pesaro, Fano e Urbino, CNA di Pesaro e Urbino, Regione Marche (Assessorato alla sanità), Ufficio Scolastico Provinciale, Provincia di Pesaro e Urbino, dedicato agli studenti della provincia tornato con una nuova fase per toccare temi delicati come quello della prevenzione e dei valori alla vita. Un progetto che conclude questa sua prima fase con gli incontri di oggi alla  Sala del Collegio del Tridente di Urbino, domani al Cinema Teatro Masetti di Fano (ore 10) e mercoledì 14 a Pesaro al Cinema Astra (ore 10) con l’antropologa emiliana Agnese Sartori. Il progetto, coordinato dal giornalista marchigiano Luca Pagliari (ex direttore dei programmi del network Rds, Radio Dimensione Suono e conduttore di programmi a Radio DJ e Radio 24, inviato di Telemontecarlo nonchè collaboratore di Rai Educational), in questa prima parte si è sviluppato in una serie di eventi dal “format” originale che hanno coinvolto  le scuole medie superiori della provincia attraverso confronti con gli studenti delle quarte e quinte classi. Incontri che, con un linguaggio semplice e diretto, hanno proposto esperienze di vita particolarmente significative e di grande impatto emotivo. Le testimonianze, supportate da musiche e immagini, hanno fornito una lunga serie di spunti che sono diventati oggetto di approfondimento. I ragazzi delle scuole medie superiori della provincia, sulla base di questa esperienza, elaboreranno una serie di riflessioni su ciò che hanno visto. E da questo lavoro collettivo saranno sviluppati progetti audiovisivi, testi,oggetti, immagini e persino canzoni. Lavori che saranno presentati in NEW TRIBES, lo spettacolo che sarà programmato nella prossima primavera e che si terrà a Fano. Tutto nasce dalla prima fase di New Tribes tenutosi nell’anno scolastico 2008-2009 e dalle storie di Gabriele Tronconi, un ragazzo finito in carrozzella dopo un incidente stradale, Fabrizio Macchi, diventato campione paralimpico dopo aver subito l’amputazione di una gamba e il racconto senza testimonial di Arianna, una promettente giovanissime nuotatrice morta in solitudine nel bagno di una stazione per droga. A questa nuova fase del progetto si sono aggiunte come detto le storie di Kristel Marcarini, Stefania Vanini e Agnese Sartori.Sono queste storie toccanti che hanno scosso i giovani che proprio su questi racconti hanno elaborato le loro riflessioni. “Si tratta di storie di ragazzi e di adulti che – come ha detto lo stesso coordinatore del progetto – hanno “cose” da raccontare ed esperienze da trasferire. Giovani e adulti perfettamente in linea con la platea. Potrebbero essere il compagno di scuola, la mamma, il vicino di casa. Hanno credibilità, non dettano “istruzioni per l’uso” ma innescano una serie di interrogativi fondamentali. Scopo degli organizzatori di New Tribes è quello di indurre lo studente ad una profonda riflessione in merito al valore della vita e proporre stili comportamentali corretti e positivi”. Nel contempo, l’Asur ha provveduto a distribuire un questionario ai ragazzi che hanno partecipato agli incontri dei questionari.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>