Volley: Milena Radecka, da Playboy al palaCampanara

di 

14 dicembre 2011

Milena Radecka Playboy

L'incantevole Milena Radecka

PESARO – Che le pallavoliste siano fra le atlete più belle, a Pesaro non avevamo dubbi. Abituati a vedere in maglia Scavolini una lunga serie di ragazze che potrebbero conquistare, oltre a quello dello sport, anche il mondo della moda e – perché no – del gossip. Ci risulta che molti, in passato, non abbiamo perso una partita a Montecchio, in Viale dei Partigiani e a Campanara per ammirare le belle colibrì, ma anche le avversarie. Una di queste è sicuramente Francesca Piccinini, campionessa di Bergamo e della Nazionale italiana, apparsa di recente anche nel film “Femmine contro maschi”, dove ha recitato il ruolo di… pallavolista. Splendidamente abbronzata, è stata sfidata dalla coppia Ficarra e Picone. E in “Maschi contro femmine” era stato Fabio De Luigi – che interpretava il ruolo di allenatore dell’Asystel Novara (che avesse fatto licenziare coach Pedullà?) – a conquistare una sua giocatrice, Eva, interpretata da Giorgia Wurth. Particolare non trascurabile: la partita utilizzata era Asystel… Scavolini.

Dunque, a Pesaro non sono mancate (e non mancano) belle giocatrici. Fermandoci al passato recente, Manon Flier, Senna e Marija Usić, Kasia Skowronska, Jacqueline, Sheilla, Martina Guiggi… Così il pubblico è abituato bene. Ma se anche non vi facesse impazzire il volley femminile, e ci sembra impossibile, perché è decisamente lo sport di squadra più bello, c’è un motivo in più per andare giovedì sera a Campanara, dove gli arbitri Bulent Bozkurt (Turchia) e Marcelino Tavares (Portogallo) dirigeranno la sfida tra la Scavolini e la Bank BPS Fakro Muszyna. Il motivo in più è la presenza della numero 12 polacca Milena Maria Radecka. Palleggiatrice di 27 anni, alta 1 metro e 78 centimetri, Milena è stata definita la più bella pallavolista del mondo e ha posato – nuda – per Playboy, che le ha regalato copertina e paginone centrale.

Non solo playmate, però, perché Milena è una brava giocatrice, tanto che nelle due precedenti partite di Champions League ha realizzato 4 e 3 punti, mettendo a segno 1 ace e 2 muri. Insomma, da ammirare in tutti i sensi.

l.m.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>