Si presenta il poema di Ferri e Sanchini, “un Dante e un Virgilio dei nostri tempi”

di 

17 dicembre 2011

Corrispondenze ai margini dell'Occidente di Loris Ferri e Stefano Sanchini

 

 

PESARO – Corrispondenze ai margini dell’Occidente. Questo il titolo del poema dialogico dei due scrittori e poeti pesaresi Loris Ferri e Stefano Sanchini, che verrà presentato a Pesaro oggi, sabato 17 dicembre, alle ore 17 nella sede dell’associazione culturale no-profit “ArteM” in via Mameli, 38 (centro direzionale Benelli).

Gli autori, che leggeranno alcuni passi tratti dal poema composto oralmente a due voci, accompagnati dalla chitarra acustica (oud egiziano) di Alessandro Buccioletti, al termine saranno disponibili a rispondere alle domande del pubblico presente.

L’incontro, ad ingresso libero e gratuito, verrà introdotto dalla curatrice delle iniziative di ArteM, Sabina Marcolini.

Corrispondenze ai margini dell’Occidente, pubblicato da Effige Edizioni (2011), presenta una nota al testo dello scrittore e poeta Roberto Roversi, che così scrive: “Un Dante e un Virgilio del nostro tempo. Non dentro all’inferno dei morti ma nell’assordante inferno della vita, sempre percosso da un franare di sassi. Domande che circondano il lettore, lo allagano. Come in una stanza senza vetri. Un ansimare di parole che risuona con una musica da organo, forte e scandita”.

Talvolta, in mezzo a queste variazioni visualizzate, c’è l’esplosione di un singhiozzo, come uno sparo; talvolta invece una tenerezza (non dolcezza) che intendo tesa a spianare la strada verso una verità, una possibile verità, nelle risposte vicendevolmente rilanciate”.

Domande a riscontro (due voci, sempre) sui malanni (sul male) del mondo, del nostro mondo, quello che vediamo con le palpebre e tocchiamo con il dito. «Preparati a leggere i segni / dell’abitatore dei ruderi». «nell’attesa io rinasco»… «sedeva sulla riva di una pozza quel nudo gabbiano»…. «Questo piccolo corvo di stagno»…. «Quel che so è che mi cerco / e non mi trovo»… «Mia anima intollerabile, prua / in perenne moto errante»…. «Quel che serve è l’antico coraggio / del pellegrino, l’olfatto del cane / e la pazienza di questo cammino…»… «non ho formula né bordone che ci salvi, / ma cadendo, vi sia una spalla nel rialzarsi…».

A tutti gli associati ArteM che prenderanno parte all’evento verrà lasciata una copia omaggio dell’opera prima di Loris Ferri Borderlinea con prefazione di Gianni D’Elia.

 

L’ASSOCIAZIONE ARTEM

La presentazione di Corrispondenze ai margini dell’Occidente rappresenta una delle numerose iniziative promosse dall’associazione culturale ArteM, dal 2007 a sostegno dei talenti del nostro territorio e non solo, “allo scopo di incentivare e cercare un nuovo linguaggio culturale attraverso l’arte e la creatività, la promozione di progetti artistici. Tutti possono partecipare. Tutti coloro che vogliono investire le energie in questi valori possono associarsi, sostenere il movimento, collaborare con l’associazione o proporre idee e progetti”.

Chi lo desidera oggi potrà iscriversi all’associazione culturale ArteM. Per avere ulteriori informazioni e per iscrizioni, contattare ArteM al cellulare 346.1383883 o inviare una mail a info@arte-m.org. Il sito web di riferimento è www.arte-m.org, la pagina Facebook www.facebook.com/artem.associazione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>