Basket, Cantù annichilisce Milano. Pesaro attende Varese

di 

27 dicembre 2011

PESARO – Più facile espugnare l’infernale Pionir di Belgrado che passare al Pianella di Cantù. L’acerrima rivalità che separa, da sempre, la piccola provincia e la metropoli e con Varese forma il triangolo d’oro del basket lombardo, ha segnato il derby che ha anticipato la dodicesima giornata di andata del massimo campionato di basket. Senza fare ricorso a tante parole, per raccontare la supremazia canturina bastano alcuni numeri: 27-12; 43-19; 50-25. I primi sono i parziali maturati nei due quarti del primo tempo, il terzo è l’irriverente doppiaggio a favore della squadra di coach Trinchieri, che – milanese cresciuto nell’Olimpia – si è preso l’ennesima soddisfazione al cospetto della sua ex squadra. Una partita entrata nel “tempo dei rifiuti” già alla fine del primo tempo, una dura lezione per l’EA7 Emporio Armani. Ancora una volta Scariolo è stato “tradito” da Nicholas e Fotsis, lontani parenti dei giocatori che hanno fatto parte del grande Panathinaikos campione d’Europa. Pensate cosa può avere pensato Alessandro Gentile, che qualche settimana fa con la Benetton ha travolto Cantù…

I tabellini: Bennet: Micov 13, Markoishvili 17, Leunen 14, Marconato 4, Mazzarino 11, Gianella 7, Shermadini 10, Cinciarini, Basile 3. Ne Abass, Diviach e Bolzonella. EA7 Emporio Armani: Giachetti 8, Mancinelli 10, Hairston 13, Fotsis, Cook 7, Nicholas 1, Rocca 1, Filloy ne, Bourousis 5, Melli, Gentile 5, Radosević 4. Statistiche di squadra: Cantù: 16/33 da 2; 11/18 da 3; 14/20 tl; 33 rimbalzi (5+28); 5 stoppate date, 2 subite; 11 perse, 5 recuperate; 13 assist. EA7: 10/31 da 2, 4/18 da 3, 22/30 tl; 32 rimbalzi (13 offensivi); 16 perse, 2 recuperate; 5 assist.

La terza squadra lombarda, la Cimberio Varese di Carlo Recalcati, è ospite della Scavolini Siviglia in una partita che doveva essere trasmessa in diretta da Rai Sport 1, che invece ha preferito dedicare le proprie attenzioni al derby campano. Ci sta, perché le due squadre sono piazzate meglio in classifica e soprattutto perché vivono l’ennesima stagione difficile per quanto riguarda i conti. L’augurio è che possano farli quadrare, magari grazie alle dirette televisive. Che non saranno consentite neppure venerdì, da Sassari, dove Tvrs sarà puntualmente presente, ma non potrà trasmettere in diretta la sfida tra Banco di Sardegna e Scavolini Siviglia perché Rai Sport trasmetterà in diretta Cremona – Montegranaro e le private avranno diritto solo alla differita.

Per quanto riguarda la partita con Varese, coach Dalmonte spiega che “l’intercambiabilità di Diawara e Kangur, che aprono l’area e creano spazi ai compagni che hanno la possibilità di avere buoni tiri, è un aspetto importante. I due centri sono atipici: Fajardo e Garri possono giocare sotto e fuori. Varese ha una panchina lunga e in Rok Stipcević il leader riconosciuto, che con l’ausilio di Rannikko ha la padronanza della squadra. Sono tanti i finalizzatori, e possono essere diversi nella stessa partita. Hurtt è un americano di talento, ma come tante matricole è ancora alla ricerca della giusta dimensione, della continuità necessaria per fare bene nel nostro campionato. Recalcati ha a disposizione anche Reati e Ganeto che sono specialisti nel tiro dalla distanza, con – rispettivamente – il 44 e il 63,6 per cento. E sotto i tabelloni c’è pure l’estone Talts”. Vero, una panchina lunghissima, ma la Cimberio solo due partite fa ha perso pesantemente a Sassari.

 

LA GIORNATA
Bennet – EA7 Emporio Armani 79-54
Sidigas Avellino – Pepsi Caserta: martedì 27, ore 20,30 (Rai Sport 1)
SCAVOLINI SIVIGLIA – Cimberio (Giansanti, Filippini e Caiazza)
Montepaschi – Novipiù
Canadian Solar – Benetton
Fabi Shoes – Banco di Sardegna
Banca Tercas – Acea
Umana – Vanoli Braga
Riposa Angelico Biella

 

LA CLASSIFICA
EA7 Emporio Armani e Montepaschi 16
Angelico e Bennet 14
Canadian Solar, Cimberio, Pepsi e Sidigas 12
SCAVOLINI SIVIGLIA, Umana, Benetton e Banco di Sardegna 10
Acea 8
Novipiù, Fabi Shoes e Vanoli Braga 6
Banca Tercas 4.

l.m.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>