Felici e scontenti: Varese battuta ma che fatica. Guarda le foto

di 

27 dicembre 2011

SCAVOLINI SIVIGLIA PESARO – CIMBERIO VARESE 72-68
SCAVOLINI SIVIGLIA PESARO: White 7, Traini, Cavaliero 4, Alibegovic ne, Hickman 15, Tortù ne, Flamini, Hackett 19, Lydeka 6, Jones 17. All. Dalmonte
CIMBERIO VARESE: Demartini, Hurtt 6, Stipcevic 21, Rannikko 8, Talts 9, Diawara 4, Reati 2,Garri 2, Kangur 8,Ganeto 3, Bertoglio ne, Fajardo 5. All.Recalcati
PARZIALI: 21-18, 15-23, 17-13, 19-14
ARBITRI: Giansanti, Filippini, Caiazza
SPETTATORI: 5.081


Scavolini Siviglia - Varese

PESARO – Doveva essere la partita che dava sicurezza alla Scavolini Siviglia, invece come dopo la trasferta di Cremona Pesaro porta a casa i due punti soffrendo troppo contro una Varese scesa in riva all’Adriatico a fare la sua onesta partita. La Scavolini ha avuto il merito di rimanere attaccata al match anche dopo un secondo quarto giocato male, con Stipcevic a trascinare Varese, e di arrivare a giocarsi la partita in un finale punto a punto che ha giustamente premiato i padroni di casa in una serata in cui si è tirato con 1 su 11 da tre.

Inizio partita vivace con le due squadre a prendersi il tiro dopo pochi secondi preferendo non attaccare le difese schierate, una schiacciata di Hackett seguito subito dopo da una di Hickman portano la Scavolini Siviglia sul 10 a 4 al 5’, con Recalcati a chiamare timeout per richiamare i suoi ad una maggiore attenzione in fase offensiva, Hackett su assist  di White raggiunge già la doppia cifra all’8’  ma Varese con l’entrata di Ranniko trova il giusto assetto riportandosi in parità a quota 18, un libero di Hickman fissa il finale di quarto sul 21-18 per i padroni di casa.

Con l’Inferno Biancorosso in sciopero si gioca in un clima soporifero, Dalmonte sorprende il pubblico pesarese mettendo in campo ad inizio quarto Andrea Traini, dimenticato sul fondo della panchina per diverse partite, il giovane playmaker si fa notare subito per un assist a Cavaliero per il più sette pesarese (25-18), Varese finisce il bonus dopo soli due minuti, mettendo alla prova la percentuale della Vuelle dalla lunetta, la Cimberio si appoggia sotto le plance al lettone Talts tornando in parità a quota 30, Hackett riporta in vantaggio Pesaro, ma subito dopo commette il suo terzo fallo, lasciando campo libero a Stipcevic che con due triple consecutive porta Varese al massimo vantaggio (32-36) al 17’, e sempre il play sloveno della Cimberio con un tiro da tre sulla sirena porta il punteggio sul 36-41.

Le statistiche a metà partita evidenziano lo zero su tre di squadra della Scavolini e i due soli canestri dal campo messi a segno nel secondo quarto con Pesaro salvata per una volta dai liberi.

Inizio ripresa con i fischi contro Dalmonte sempre più numerosi, Hackett prova con un paio di contropiedi a riportare sotto la Vuelle ma Varese mantiene un minimo vantaggio (42-46) al 26’, sfruttando appena possibile il tiro da tre(con la Vuelle ancora alla ricerca del primo “goal” dai 6.75), è Jones a “segnare” per la Scavolini il tiro dalla distanza che sancisce il 53-54 alla fine del terzo quarto.

Il “vecchio” capo ultrà Marco Piccoli ritorna, come ai tempi dell’hangar, a condurre il tifo pesarese, la squadra sembra reagire positivamente e con un tiro libero di Lydeka riagguanta la parità a quota 58 al 33’. Il cercare con insistenza i lunghi dovrebbe essere la chiave per scardinare la difesa varesina, opzione mai sfruttata da Dalmonte nei primi tre quarti. Si entra negli ultimi quattro minuti con la Cimberio in vantaggio di uno (60-61), un libero di Cusin riporta la Scavolini Siviglia in parità, Fajardo con un gioco da tre punti consente il nuovo vantaggio a Varese(61-64), due liberi di Hickman e uno di Jones per la nuova parità (64-64) al 38’ , un contropiede di Hickman riporta avanti Pesaro (66-64), Fajardo sbaglia entrambi i liberi, mentre White ne mette uno solo (67-64), Stipcevic non sbaglia mai(67-66), Jones si conquista un rimbalzo offensivo ma mette un solo libero(68-66), Varese forza l’entrata perdendo la palla a 20” dal termine e Hickman con un due su due dalla linea della carità porta Pesaro sul 70 a 66. Stipcevic penetra con troppa libertà nella difesa biancorossa (70-68) e ancora Hickman con due liberi a dare la sicurezza della vittoria alla Scavolini Siviglia sul 72 a 68.

LE FOTO DELLA PARTITA A CURA DI DAVIDE GENNARI:

 

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>