La scuola di formazione professionale della Provincia si trasferisce al Benelli

di 

28 dicembre 2011

L’intesa che soddisfa entrambi: risparmi sui costi da un lato, macchinari moderni dall’altro

 
PESARO – E’ un’intesa che mette tutti d’accordo, perché porta vantaggi ad entrambe le parti. «Domani (giovedì 29 dicembre) – spiega l’assessore alla Formazione professionale Massimo Seri – sottoscriveremo la convenzione con l’Ipsia Benelli per trasferire fisicamente nei locali della scuola una parte cospicua di laboratori, attrezzature e aule fino ad oggi ospitati nel Centro per l’Impiego di via Fermo». Aggiunge l’assessore all’Istruzione Alessia Morani: «Abbiamo fortemente creduto all’accordo, perché valorizza al massimo la scuola di formazione professionale all’interno di un prestigioso istituto tecnico professionale come il Benelli. Attualmente sono circa una cinquantina i ragazzi che stanno frequentando i corsi di formazione professionale, in particolare gli elettricisti e le estetiste. E finalmente potranno frequentare le lezioni, che riprenderanno il prossimo 9 gennaio, in un ambiente consono agli studenti della loro età, come quello del Benelli nel più ampio contesto del Campus». Domani la firma della convenzione «che sarà sottoscritta – riprende Seri – dal preside del Benelli Sergio Jacobis e dal dirigente del Servizio Formazione e Politiche per l’occupazione Massimo Grandicelli. Avrà una durata triennale e sarà rinnovabile: auspichiamo divenga permanente». Anche perché ci sono benefici per entrambi: «Noi – evidenzia ancora l’assessore alla Formazione – ci assicuriamo spazi adeguati per i nostri ragazzi, come le 5 aule didattiche, i laboratori di meccanica, automazione, saldatura, macchine utensili e informatica, per i quali abbiamo effettuato lavori di manutenzione straordinaria. Ma abbiamo realizzato anche nuovi laboratori per estetisti e parrucchieri, utili sia ai giovani studenti sia all’aggiornamento di chi già lavora. Utilizzeremo dunque locali funzionali senza oneri di affitto, riscaldamento e costi per utenze. Ma prevediamo successivamente un rimborso spese a favore dell’istituto per la pulizia e la sorveglianza, pari a un massimo di 700 ore di lavoro del personale ausiliario. Di contro, il Benelli si assicura, anche per i propri studenti, l’utilizzo di laboratori all’avanguardia, le cui spese di manutenzione ordinaria e straordinaria saranno sostenute dalla Provincia. Un ottimo affare per entrambi».
 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>