Sassari teme la Vuelle corsara

di 

29 dicembre 2011

di Luciano Murgia

Scavolini Siviglia-Milano, Daniel Hackett e Luca Dalmonte

Daniel Hackett e Luca Dalmonte. Foto Giardini

PESARO – La Scavolini Siviglia parte questo pomeriggio per Sassari, volando da Bologna ad Alghero, per disputare l’ultima partita del 2011. Una trasferta difficile, che però potrebbe riservare buone soddisfazioni. Il Banco di Sardegna è reduce dalla sconfitta di Ancona, dall’ennesima deludente trasferta di una stagione che al momento non decolla, tanto che sono già tre gli americani alternati nel ruolo di centro. Dopo Benson e Steven Hunter, è arrivato Easley, buon protagonista a Forlì, in Legadue, ma tutto meno che un centro di ruolo.

“Ma almeno è rodato dai mesi trascorsi in Romagna, mentre Hunter, dopo un buon avvio, ha accusato problemi fisici inattesi…” spiega Federico Pasquini, direttore sportivo del Banco di Sardegna, contattato telefonicamente ieri sera da “Tiri Liberi”, trasmissione di Videolina dedicata al basket, che aveva ospite in studio Antonello Restivo, oggi allenatore dell’Olimpia Cagliari, anni fa assistente di Phil Melillo alla Scavolini.

Contro la Fabi Shoes, coach Sacchetti ha avuto un buon contributo dai cugini Travis e Drake Diener, ma poco da Hosley, che anzi ha fatto danni. Ancora una volta, l’americano ha giocato malissimo lontano da casa.

“Sinceramente – commenta Pasquini –, dopo quella di Treviso, è la seconda partita che buca completamente”

Pasquini conosce bene coach Dalmonte, del quale è stato assistente a Ferrara. Ovvio che si tenga informato sui biancorossi pesaresi: “Giocano meglio fuori che in casa, perché a Pesaro subiscono la grande pressione creata dai tifosi che non sono quasi mai contenti delle prestazioni della squadra. In quest’ultimo periodo si sono accaniti prima su alcuni giocatori, poi su coach Dalmonte, uno dei migliori in circolazione. Sono molto pericolosi, con grande talento negli esterni Hackett, Hickman e White, che a Sassari conosciamo bene. I tre possono crearsi un tiro e fare canestro in qualsiasi momento. Sotto i tabelloni sono bene assortiti con Jones, che apre il campo, e Cusin, che lavora bene dentro l’area. I due sono complementari. Dobbiamo scendere in campo con la stessa concentrazione che abbiamo avuto nelle partite casalinghe perché questi due punti sono molto importanti per noi”.

Antonello Restivo, che a Pesaro ha lavorato due stagioni da assistente di Phil Melillo, condivide l’opinione di Pasquini: “Una gara delicata, la  Scavolini Siviglia si esprime meglio fuori che in casa perché a Pesaro si sente la pressione del pubblico.  A inizio campionato hanno dovuto convivere con l’assenza di White, infortunato, ma hanno conquistato importanti vittorie. E adesso, con due successi consecutivi, sembrano in ripresa”.

Ricordiamo che a dirigere Banco di Sardegna – Scavolini Siviglia sono stati designati Cicoria, Ramilli e Martolini. Cicoria ha diretto la partita vinta dalla Vuelle a Caserta.

Banco di Sardegna – Scavolini Siviglia sarà trasmessa in diretta da Radio Città, mentre TVRS dovrà accontentarsi della differita perché la Rai, trasmettendo in diretta Vanoli Braga Cremona – Fabi Shoes Montegranaro, esercita il diritto di esclusiva e concede alle private solo la differita. L’altra diretta della tredicesima giornata (LA7, ore 17,30) da Caserta per Pepsi – Canadian Solar.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>