Siena, una missione impossibile?

di 

2 gennaio 2012

di Luciano Murgia 

 

 

Scavolini Siviglia-Treviso, time out Luca Dalmonte

Coach Luca Dalmonte (foto Giardini)

PESARO – La Scavolini Siviglia, allenatasi intensamente a Gradara, si è messa in viaggio nel primo pomeriggio alla volta di Siena, dove domani sarà in campo alle ore 20,30, diretta sulle frequenze di Radio Città. Differita televisiva di Tvrs alle ore 20,30 di mercoledì.

James White sembra il meno entusiasta di rimettersi in viaggio, come ha fatto sapere con l’ennesimo tweet della giornata. Prima aveva informato che desidera una settimana tranquilla, mangiando il cibo cucinato in casa. I ristoranti degli alberghi che ospitano la Vuelle non sembrano piacere all’americano, che – deluso dalla sconfitta di Sassari, dove – da ex – ci teneva a vincere più che in ogni altro posto, ha ingoiato ulteriore fiele seguendo la partita di football tra i New York Giants e i suoi (e pure di chi scrive) Dallas Cowboys. Nella classica partita dentro o fuori – Win o go home, come amano dire negli Usa – Dallas è andata a casa, travolta dai Giants con il punteggio di 31-14. “E chiaro ha commentato James – che questa è la peggiore settimana di sempre”. Speriamo ci siano margini per rendere il giudizio meno drastico, che a Siena possa tornargli il sorriso. Non sarà facile, è vero, ma pure reduce da una striscia vincente (dopo la sconfitta del 13 novembre a Milano, vittorie in casa con Varese, Cantù, Casale, in trasferta a Cremona, Avellino, Treviso), Siena ha dato la sensazione di non essere più il rullo compressore che tramortiva gli avversari. Contro Casale, ha vinto solo dopo un supplementare; ad Avellino grazie ad alcune discutibilissime decisioni degli arbitri che mandarono in lacrime coach Vitucci. Insomma…

“Di fronte a Siena – spiega coach Dalmonte al termine dell’allenamento mattutino prima della partenza per la Toscana – la considerazione più immediata è che si tratta di una squadra di Eurolega che ha raggiunto le Top 16 della competizione continentale e ha mantenuto la leadership del campionato pur attraversando momenti di difficoltà. Sappiamo quanti cambiamenti ha dovuto apportare dall’inizio dell’anno, soprattutto causa infortuni, però è riuscita a mantenere il suo modo di essere, il suo modo di fare, la sua organizzazione, il suo sistema. Nelle ultime partite ha dovuto fare a meno anche di McCalebb, rientrato contro Casale. In casa, Siena alza l’intensità difensiva, l’aggressività, sia a metà sia a tutto campo, perché ha una rotazione profondissima, una panchina lunghissima, malgrado le assenze di Lavrinovič e Kaukenas. A livello offensivo, la Mens Sana ha terminali offensivi ben precisi qualii Rakočević; ha gioco in post basso con gli esterni, ha Andersen straordinariamente coinvolto, McCalebb è la variabile impazzita. E con questi – a livello di finalizzazione – aggiunto Aradori, ma anche Thornton e Moss che  vanno spalle a canestro. E può contare su due incredibili bilanciatori quali Stonerook e Zisis, che sono in grado d dare ritmo ed equilibrio al sistema organizzato ma anche alle individualità. Siena gioca pick and roll per prendere vantaggio: McCalebb per attaccare con tutta la sua intensità, il suo atletismo;  Rakočević per finire. Il sistema prevede la possibilità di alternare più di un esterno spalle a canestro”.

Contro una squadra così, che potrebbe andare in difficoltà quando rientreranno gli infortunati e sarà dura lasciare fuori qualcuno, mandarlo in tribuna dopo averlo visto lavorare intensamente in allenamento, come può opporsi una Scavolini Siviglia che ha ancora sulla pelle il marchio della beffa di Sassari?

“Ricordando che se il risultato finale è stato deciso dagli episodi, la partita era stata giocata bene, portata avanti bene. Avendo in mente il lavoro fatto, non un tiro libero sbagliato o una tripla arrivata per caso”.

Cusin salta Siena: sarà recuperabile per domenica sera contro Bologna?

“Non posso dirlo oggi, ne riparliamo mercoledì al ritorno dalla Toscana”.

Il programma della quattordicesima giornata di andata (ore 20,30):

MONTEPASCHI – SCAVOLINI SIVIGLIA (arbitri: Chiari, Vicino, Aronne).

EA7 Emporio Armani – Acea (diretta Rai Sport 1)

Sidigas – Vanoli Braga

Cimberio – Benetton

Canadian Solar – Novipiù

Fabi Shoes – Banca Tercas

Angelico – Banco di Sardegna

Umana – Otto Caserta (che ha cambiato sponsor)

La classifica

Montepaschi 20

EA7 Emporio Armani 18

Canadian Solar e Bennet 16

Angelico e Sidigas 14

Banco di Sardegna, SCAVOLINI SIVIGLIA, Cimberio, Umana, Otto e Acea 12

Benetton 10

Novipiù, Fabi Shoes e Vanoli Braga 8

Banca Tercas 4

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>