Mons. Vegliò, pantanese doc, nominato Cardinale dal Papa

di 

6 gennaio 2012

Antonio Maria Vegliò

Antonio Maria Vegliò

PESARO – Tra i 22 nuovi cardinali 18 hanno meno di 80 anni e 9 sono italiani: tra questi il pesarese mons. Antonio Maria Vegliò, prefetto del Pontificio Consiglio per la pastorale dei migranti e degli itineranti, nonché pantanese doc già insignito del titolo di “pantanese special” un paio di anni fa e ampiamento citato (con numerose foto del suo percorso sacerdotale) nel  libro di Pierpaolo Bellucci “La parrocchia dei Cappuccini nel Borgo Pantano”.

“Con grande gioia – ha detto il Papa all’Angelus – annuncio che il prossimo 18 febbraio terrò un Concistoro nel quale nominerò 22 nuovi Membri del Collegio Cardinalizio. Come è noto, i Cardinali hanno il compito di aiutare il Successore dell’Apostolo Pietro nello svolgimento del suo Ministero di confermare i fratelli nella fede e di essere principio e fondamento dell’unità e della comunione nella Chiesa. Ecco i nomi dei nuovi Porporati: 1. Mons. FERNANDO FILONI, Prefetto della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli; 2. Mons. MANUEL MONTEIRO DE CASTRO, Penitenziere Maggiore; 3. Mons. SANTOS ABRIL Y CASTELLÓ, Arciprete della Basilica Papale di Santa Maria Maggiore; 4. Mons. ANTONIO MARIA VEGLIÒ, Presidente del Pontificio Consiglio della Pastorale per i Migranti e gli Itineranti; 5. Mons. GIUSEPPE BERTELLO, Presidente della Pontificia Commissione per lo Stato della Città del Vaticano e Presidente del Governatorato del medesimo Stato; 6. Mons. FRANCESCO COCCOPALMERIO, Presidente del Pontificio Consiglio per i Testi Legislativi; 7. Mons. JOÃO BRAZ DE AVIZ, Prefetto della Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica; 8. Mons. EDWIN FREDERIK O’BRIEN, ProGran Maestro dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme; 9. Mons. DOMENICO CALCAGNO, Presidente dell’Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica; 10. Mons. GIUSEPPE VERSALDI, Presidente della Prefettura degli Affari Economici della Santa Sede; 11. Sua Beatitudine GEORGE ALENCHERRY, Arcivescovo Maggiore di ErnakulamAngamaly dei Siro-Malabaresi (India); 12. Mons. THOMAS CHRISTOPHER COLLINS, Arcivescovo di Toronto (Canada); 13. Mons. DOMINIK DUKA, Arcivescovo di Praha (Repubblica Ceca); 14. Mons. WILLEM JACOBUS EIJK, Arcivescovo di Utrecht (Paesi Bassi); 15. Mons. GIUSEPPE BETORI, Arcivescovo di Firenze (Italia); 16. Mons. TIMOTHY MICHAEL DOLAN, Arcivescovo di New York (Stati Uniti d’America); 17. Mons. RAINER MARIA WOELKI, Arcivescovo di Berlin (Repubblica Federale di Germania); 18. Mons. JOHN TONG HON, Vescovo di Hong Kong (Repubblica Popolare Cinese); Ho deciso, inoltre, di elevare alla dignità cardinalizia un venerato Presule, che svolge il suo ministero di Pastore e Padre di una Chiesa, e tre benemeriti Ecclesiastici, che si sono distinti per il loro impegno a servizio della Chiesa. Essi sono: 1. Sua Beatitudine LUCIAN MUREŞAN, Arcivescovo Maggiore di Făgăraş e Alba Iulia dei Romeni (Romania); 2. Mons. JULIEN RIES, Sacerdote della Diocesi di Namur e Professore emerito di storia delle religioni presso l’Università Cattolica di Louvain; 3. P. PROSPER GRECH, O.S.A., Docente emerito di varie Università romane e Consultore presso la Congregazione per la Dottrina della Fede; 4. P. KARL BECKER, S.I, Docente emerito della Pontificia Università Gregoriana, per lunghi anni Consultore della Congregazione per la Dottrina della Fede.   I nuovi Cardinali provengono da varie parti del mondo e svolgono diversi ministeri a servizio della Santa Sede o a contatto diretto con i fedeli quali Padri e Pastori di Chiese particolari. Vorrei invitare tutti a pregare per i nuovi eletti, chiedendo l’intercessione della Beata Vergine Maria, Madre della Chiesa, affinché sappiano testimoniare sempre con coraggio e dedizione il loro amore per Cristo e per la sua Chiesa”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>